Ricordo il mio ottavo compleanno al KCC con quella torta gigante e zia Evie che si è presentata sorprendendoci tutti. Ricordo mamma, ricordo Codger. Ricordo la scuola, e il cinema e la pizza del venerdì sera. E i cartoni, e nonna e nonno e la chiesa, e le grigliate estive e la piscina che mi avevi comprato. Sarebbe servita nella prigione. Mi hai raccontato delle passeggiate che facevamo quando avevo tre anni, tu che mi tenevi la mano fino alla fattoria dei Ross. Non pensavo di ricordarle, ma è così. Perché ricordo il sole, il mais e quella mucca che si è avvicinata e mi ha guardato negli occhi. Mi hai parlato di quelle cose, ma non sono solo quelle cose. È come mi sentivo. Tenendo la tua mano mi sentivo felice e speciale. Mi sentivo al sicuro. Pensavo che crescere significasse trovare un lavoro e forse farsi una famiglia, essere un adulto, ma significa tenere te stesso e chi ami al sicuro. Più al sicuro che puoi, perché le cose succedono. Succedevano anche prima. Ti hanno sparato prima della catastrofe. Sembrava quasi che fosse accaduta perché ti avevano sparato. Voglio farti sentire al sicuro, papà. Farti sentire come mi sentivo io quando mi tenevi la mano. Vorrei che ti sentissi così solo per cinque minuti, darei qualsiasi cosa per questo. Volevo uccidere Negan. Vorrei averlo fatto. Forse sarebbe finita. Non credo sia finita ora. Sei tornato là fuori, ma non credo che si siano arresi e che mai lo faranno. Ci sono dei lavoratori lì, papà. Sono persone normali, persone anziane, giovani, famiglie. Non vuoi che loro muoiano. Ci manca poco per ricominciare da zero e abbiamo degli amici ora. È quel mondo più grande di cui parlava Jesus, - Il Regno, Hilltop - devono esserci altri posti. Altre persone, una possibilità che tutto cambi e continui a cambiare. Che tutti diano agli altri l'opportunità di vivere una vita, una vera vita. Quindi se non la fanno finita loro, devi farlo tu. Devi dare loro una via d'uscita, devi instaurare la pace con Negan, trovare un modo per andare avanti. Non dobbiamo dimenticare cosa è successo, ma puoi evitare che si ripeta. Nessuno deve vivere in questo modo. Ogni vita vale qualcosa. Ricominciate da zero, mostrate che si può stare di nuovo al sicuro senza uccidere, che si può stare tranquilli, pensare di nuovo ai compleanni, alla scuola, al lavoro e perfino alla pizza del venerdì sera. Le passeggiate tra padre e figlio che si tengono per mano. Fa che possa succedere, papà. E fa quelle passeggiate con Judith, se le ricorderà. Ti voglio bene, Carl.
— La lettera finale di Carl a suo padre, Rick Grimes.

Carl Grimes è un ex deuteragonista e un sopravvissuto dell'epidemia della serie televisiva AMC The Walking Dead. È il figlio di Rick e Lori Grimes e fratellastro di Judith Grimes e R.J. Grimes. Durante l'inizio dell'epidemia, Carl credeva che suo padre fosse morto, quindi lui e sua madre si unirono a Shane Walsh per viaggiare ad Atlanta al campo rifugiati. Col passare del tempo, Carl diventò lentamente duro a causa delle perdite della vita e dell'ambiente intorno a lui. Si è mostrato essere più che disposto ad assistere e proteggere le persone che ama, specialmente Michonne, un’altra sopravvissuta che lui ritiene come una figura materna e la sua migliore amica. Dopo aver raggiunto la Zona Sicura di Alexandria forma un'amicizia con l'adolescente sopravvissuta Enid. Questa amicizia alla fine sboccia in una relazione, anche se diventa un qualche modo difficile e incerta dopo che Enid si trasferisce alla Colonia di Hilltop. Nel mezzo della guerra contro Negan e i Salvatori, Carl contempla il futuro delle comunità. Dopo un ultimo altruista atto per salvare uno straniero, Carl lascia indietro un'eredità per la sua famiglia e amici per cambiare il mondo e concentrarsi nel ricostruire la civiltà.

Indice

Panoramica[modifica | modifica sorgente]

Durante la prima stagione, Carl viene ritratto come un ragazzo timido e riservato, che inizia dopo una conversazione con i suoi genitori e i membri del gruppo con cui si sente a suo agio, come Shane Walsh, Dale Horvath e Sophia Peletier. Carl, essendo relativamente giovane, si mostra spesso spaventato dagli orrori del mondo, cercando così rifugio e conforto dai suoi genitori. Carl è un ragazzo gentile che fa del suo meglio per confortare coloro che gli sono più vicini quando riconosce che sono nel bisogno. Nella seconda stagione, Carl mantiene la sua timidezza, ma sviluppa una personalità più audace ed è visto come meno spaventato dal mondo in risposta alle numerose prove che ha vissuto. Tenta di assumere un ruolo più attivo, volendo aiutare il gruppo, piuttosto che essere conosciuto come un ostacolo; trova l'arsenale di coltelli per il gruppo, e aiuta nella ricerca di Sophia. Come la maggior parte dei bambini alla sua età, a volte è disobbediente, ma mostra vergogna e senso di colpa quando le sue azioni hanno un impatto negativo sul gruppo. Dopo essere stato colpito accidentalmente da Otis, Carl è colpito da pensieri negativi. Sviluppa il desiderio di difendersi e di dimostrare la sua indipendenza e maturità. Questo è particolarmente diffuso quando accompagna gli adulti in addestramento alle armi. Dopo che la sua amica Sophia viene trovata zombificata nel fienile, inizia a formare una personalità notevolmente più fredda, menzionando che avrebbe ucciso lui stesso Sophia. Inoltre, segue suo padre nel fienile per guardarlo giustiziare Randall, e sprona anche Rick per farlo. Carl è occasionalmente pessimista e rude. Inoltre insulta Carol per parlare del paradiso. Nonostante questo, si rende conto che alcune delle sue parole e azioni sono inaccettabili. Dopo che Carl indirettamente causò la morte di Dale Horvath, fu sopraffatto da un'immensa colpa, pensando di essere un fallimento e giurando di non toccare mai più una pistola; la sua crescente audacia fu un tentativo di dimostrare di essere degno di stare accanto agli adulti del suo gruppo. Solo quando suo padre gli parlerà in privato nel fienile, la sua fiducia verrà ripristinata e la morte di Dale diventerà una lezione. Dopo aver ucciso Shane, Carl finalmente si accorge che dovrà maturare per sopravvivere nel nuovo mondo. Alla terza stagione, Carl è diventato più duro da mesi in trasferta. Le sue abilità con le armi da fuoco sono notevolmente migliorate, così come le sue abilità tattiche. Non è più timido intorno alla maggior parte del gruppo, che si presume sia il risultato di trascorrere mesi con loro sulla strada aperta. Nonostante l'aumento di capacità di Carl, non sembra essere completamente immune alle emozioni, e mantiene alcune delle sue qualità infantili, come raccontare una barzelletta ogni tanto, così come sviluppare una cotta infantile per Beth Greene. Tuttavia, dopo aver assistito alla morte di Lori, partorendo la sua sorellina, e uccidendo sua madre, il suo atteggiamento scoraggiante amplifica. Carl attraversa una fase di depressione, trascurando di parlare molto a meno che non ritenga che sia necessario. Dice anche a suo padre di dimettersi temporaneamente dalla sua posizione di leader. Nonostante l'impatto traumatico che la morte di sua madre ha su di lui, lo indurisce immensamente. Diventa molto coraggioso, spesso aiutando le persone e rischiando la propria vita per salvare gli altri; salva Michonne fuori dai cancelli e suo padre da un ostile Morgan Jones, nonostante la supplica di suo padre di rimanere indietro. Nel corso della stagione, Carl inizia a rilassarsi a causa della brutalità del mondo con il Governatore al centro. Pensando di fare ciò che è necessario per proteggere il gruppo, Carl uccide senza pietà un ragazzo mentre il ragazzo si arrendeva, il che fa sapere quanto spietato sia diventato. Rick, spaventato da ciò che ha permesso a suo figlio di diventare a causa dell'essere un genitore relativamente inattivo, passa più tempo con Carl. Egli lo incoraggia a perseguire altri sforzi, come l'agricoltura. Alla quarta stagione, Carl è diventato molto più rilassato e accetta il fatto che c'è di più nella vita che la sopravvivenza. Rick ha preso il suo ruolo di genitore più seriamente ed è più severo nei confronti di Carl. Anche se desidera ancora più eccitazione e si preoccupa della possibilità della sopravvivenza del Governatore, Carl capisce cosa suo padre sta cercando di fare per lui e cerca di onorare i desideri di suo padre tentando di essere di nuovo un bambino. Certo, lo trova difficile a causa delle tante tragedie che ha incontrato e di tutte le cose morbose che ha fatto. Nonostante la sua personalità ormai più nonchalant, mantiene ancora il suo punto di vista più serio e realistico sul mondo, come ad esempio rimproverare Lizzie Samuels e gli altri bambini per dare nomi ai vaganti e per credere falsamente che non sono così diversi dai vivi. La maturità di Carl e il suo valore alla fine gli permettono di riavere la sua pistola, cosa che accetta con onore. Rick è fiducioso nella capacità di Carl di usare l'arma in modo decisivo. Nonostante Carl sia giovane, non esita a rimproverare le persone più grandi quando crede che stiano facendo qualcosa di illogico. Forse l'esempio più notevole è quando dice a Hershel Greene che non gli permetterà di andare nel bosco da solo, e anche quando informa Rick che a Carol Peletier dovrebbe essere permesso di insegnare ai bambini del gruppo come difendersi. Nel corso della prima metà della stagione, Carl diventa gradualmente più integrato nella difesa della prigione, anche combattendo al fianco di suo padre per fermare una grande orda di vaganti, che Carl riconosce era una cosa difficile per Rick da permettere. Al momento della caduta della prigione, Carl è gravemente scosso, molto probabilmente a causa della perdita della prigione, la decapitazione di Hershel, e la presunta morte di Judith. Nella seconda metà della quarta stagione, Carl fa fatica ad accettare ciò che è successo. Segnato dalla battaglia e dalla conseguente perdita della prigione, è spesso visto con esplosioni di intensa rabbia e frustrazione, a volte simili a crolli. Spinto dal bisogno di scaricare la sua rabbia su qualcosa, dirige la sua rabbia verso il padre ferito. Al ritorno di Michonne, accettano il fatto che Carl stia diventando un adulto nel nuovo mondo. Alla fine della stagione, Carl rivela a Michonne che ha pensieri oscuri nella sua testa che teme di compromettere il suo rapporto con suo padre. Crede di non essere quello che Rick pensa di essere, e che sia un mostro. Nella quinta stagione, lo stato mentale di Carl migliora significativamente. Dopo la fuga da Terminus, inizia ad assumere un ruolo adulto nel gruppo. Carl aiuta con la fortificazione e la difesa della chiesa, oltre ad assumersi la responsabilità di proteggere la piccola Judith. Sembra essersi un po' raffreddato in termini di stabilità emotiva e mentale, come dimostra la sua capacità di ridere e sorridere, ma è ancora capace di essere coraggioso e anche di avere un certo grado di freddezza. Mostra la sua impavida indole quando si confronta con Gareth e gli altri cannibali sopravvissuti, e cerca di insegnare a Padre Gabriel Stokes come usare un'arma. Questo atteggiamento lo rende potenzialmente pericoloso, in quanto è in grado di fare ciò che è necessario per sopravvivere. Tuttavia, sembra rimanere nel controllo del suo stato emotivo. Sembra anche essere diventato più ottimista negli eventi successivi alla caduta della prigione e alla fuga da Terminus; implora immediatamente il gruppo, in particolare suo padre, per salvare Gabriel quando sente le sue disperate grida di aiuto ed esprime la sua convinzione che non tutti nel mondo possono essere cattivi, anche quando Rick lo avverte che non è mai al sicuro. Dopo gli eventi al Grady Memorial Hospital, Carl interagisce con i membri del gruppo con maturità e gentilezza sulla strada, tra cui dare un regalo a Maggie in lutto. Il gruppo trova difficile sopravvivere nella natura selvaggia, e Rick diventa preoccupato di come Carl sta affrontando, ma Glenn gli assicura che Carl si riprende più velocemente di chiunque altro. Rick dice che i ragazzi come Carl sono fortunati perché possono adattarsi ed ereditare il nuovo mondo. Dopo essere entrato ad Alexandria, Carl, ancora una volta, diventa piuttosto cupo, preoccupato che la comunità lo renderà debole e ottuso per sopravvivere. Anche se gli piace la gente e si diverte a vivere in grandi case, trova avere a che fare con gli altri adolescenti della comunità piuttosto complicato, anche se alla fine decide che dovrebbe fare amicizia piuttosto che vivere in isolamento con il suo gruppo di estranei. Diventa affascinato da una ragazza adolescente ritirata di nome Enid, anche lei venuta dall'esterno, e con il quale forma un legame. Nella sesta stagione, Carl continua a maturare. Offre a Gabriel lezioni su come usare le armi e gli dà consigli su come reintegrarsi dopo il suo tradimento del gruppo. Carl si prende spesso cura di Judith e aiuta anche Enid durante l'attacco dei Lupi. Tenta anche di aiutare Ron Anderson, un altro adolescente della comunità, ad imparare ad adattarsi, ma Ron rifiuta, rivelando la sua ostilità verso Carl a causa dell'esecuzione di Rick di Pete, suo padre. In cambio, Carl diventa più avverso e un po' insensibile verso Ron. Durante l'attacco dell'orda ad Alexandria, Ron punta una pistola contro Carl, dicendogli che non c'è speranza e che tutti sono già morti. Dopo che Carl viene colpito nell'occhio da Ron Anderson e passa i due mesi successivi a riprendersi dall'incidente, Carl sembra rimanere normale, mostrando il suo solito sorriso ai suoi cari, Ma diventa sempre più chiaro che questa è una facciata rozzamente messa in scena e che Carl non sta affatto bene. Presenta un bordo notevolmente più ruvido quando i suoi cari non sono intorno come quando è con Enid, e questo bordo ruvido è stato notato da suo padre. Tende a cercare di evitare la conversazione con persone che di solito sarebbe felice di parlare troppo, come con Michonne e ha dimostrato di essere piuttosto depresso, anche quando fa da babysitter a Judith, qualcosa che di solito è molto felice di fare. Un commento che Carl fa a suo padre potrebbe anche suggerire che si sente a disagio per il proprio aspetto. Ma più importante e preoccupante è che Carl sembra avere un debole per gli spargimenti di sangue. Inizialmente inosservabile, mostra alcuni tratti preoccupanti quando interagisce con le minacce per la prima volta dopo aver subito una lesione all'occhio. Enid suggerisce che il motivo per cui Carl si unisce al viaggio verso la Hilltop con una Maggie malata è perché vuole incontrare i Salvatori per farli soffrire, e la reazione che Carl dà è tutto ciò che le serve per confermare questo sospetto. Questo è molto diverso dalla terza stagione dove, anche se stava percorrendo un percorso più oscuro, stava ancora uccidendo solo perché pensava di doverlo fare, non perché voleva. Anche Rick l'ha notato e sembra piuttosto preoccupato per il nuovo atteggiamento di suo figlio. A differenza di suo padre e della maggior parte del gruppo, Carl era completamente incrollabile dai tentativi dei Salvatori di inimicarsi lui, andando in trance un paio di volte, e guardando senza parole Negan quando si vedevano faccia a faccia. Questo e i commenti di Enid suggeriscono che Carl potrebbe sviluppare un lato più sadico. Tuttavia, quando era da solo con Negan nella stanza di Negan nel Santuario, e dopo essere stato costretto a togliersi la benda e mostrare l'orbita oculare esposta, Carl ha dimostrato di essere visibilmente spaventato quando è stato costretto a cantare mentre Negan girava intorno a Lucille. Questo dimostra quanto Carl sia diventato consapevole del suo aspetto, così come del fatto che ha paura di Negan e dei Salvatori. Durante la preparazione alla guerra contro Negan e i Salvatori, Carl continuò a mostrare il suo lato più maturo, non andando più contro il volere di suo padre. Mostrò il suo coraggio e la sua disponibilità a combattere, quando fu il primo a combattere contro i Scavarifiuti quando tennero Alexandria sotto tiro e furono distratti dall'attacco di Negan. Carl fu anche incaricato di salvaguardare Alexandria mentre la milizia combatteva la guerra con i Salvatori, nonostante la presenza di leader naturali come Michonne e Rosita, una responsabilità che ha preso molto seriamente e raggiunto quando ha orchestrato l'evacuazione di Alexandria durante il bombardamento dei Salvatori alla comunità. Mentre tutti gli altri durante la guerra si concentrano sulle battaglie presenti e lo spargimento di sangue, Carl sviluppa un modo più progressivo di pensare quando si contemplano le conseguenze della guerra e il futuro.

Pre-Apocalisse[modifica | modifica sorgente]

Carl è nato nel 1998 ed è cresciuto nella Contea di King, dove ha vissuto un'infanzia cresciuto da suo padre, Rick Grimes (un vice sceriffo) insieme a sua madre Lori (una casalinga). I tre vivevano insieme come una tipica famiglia in una casa a un piano. Fece anche amicizia con l'amico più caro di suo padre, Shane Walsh. Quando Carl aveva 3 anni, Rick lo portava a fare una passeggiata alla fattoria di Ross, dove Carl è diventato grato per la sicurezza e la felicità che suo padre gli ha fornito. In terza elementare, aveva un migliore amico che era allergico ai latticini e quindi aveva portato pasti a base di soia per l'ora di pranzo. Un giorno Carl ha assaggiato il latte del suo amico e quasi vomitò (ciò divenne un ricordo divertente per lui). Crescendo sviluppò un forte interesse per i videogiochi e la lettura di fumetti. Nel corso del tempo, tuttavia, il matrimonio dei suoi genitori è diventato sempre più teso a causa dei loro problemi coniugali e Carl era spesso in presenza dei loro genitori che litigavano.

Nella serie[modifica | modifica sorgente]

Prima stagione[modifica | modifica sorgente]

I giorni andati[modifica | modifica sorgente]

In un campo fuori città, un gruppo di sopravvissuti, tra cui Carl, Lori e Shane, riceve la trasmissione di Rick. Tuttavia, Carl non riconosce la voce di Rick sopra la trasmissione confusa. Amy corre al CB, ma non ottiene una risposta. Quando Shane prende il controllo del CB e si presenta, Rick ha lasciato il canale di emergenza. Lori dice da una settimana che dovrebbero mettere dei cartelli sull'autostrada per avvisare la gente di stare lontana la città, e si offre volontaria per andare da sola, ma Dale e Shane sostengono che avventurarsi è troppo rischioso. Lori se ne va e Shane la insegue, dicendo a Carl che va tutto bene. All'interno della sua tenda, Shane dice a Lori che deve tenere duro per Carl, che ha già perso così tanto. Lori acconsente e si baciano appassionatamente, prima che Carl li interrompa, non vedendoli baciarsi. Lori gli promette che non andrà da nessuna parte e dice a suo figlio di andare a finire le sue faccende, spingendolo a scappare sorridendo.

Una via d'uscita[modifica | modifica sorgente]

Nel campo, Carl sta giocando nella sporcizia quando Lori gli dice di stare dove Dale può vederlo mentre lei va nella foresta a raccogliere funghi.

Bentornato papà[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta con sua madre e si agita mentre gli taglia i capelli. Mentre Carl e il resto del gruppo sentono il fragoroso allarme di una macchina che Glenn Rhee sta guidando verso il campo da Atlanta, tutti si avvicinano con cautela. Morales, un altro membro del gruppo in fuga da Atlanta, si riunisce con la sua famiglia, mentre Carl inizia a piangere con la consapevolezza che non vedrà mai più suo padre, e Lori lo conforta. Si dà il caso che Rick sia stato salvato ad Atlanta dal gruppo; quando esce dal furgone, Carl lo vede e corre verso di lui in lacrime. Rick lo prende, lo abbraccia. Più tardi quella notte, Carl viene visto intorno al fuoco con tutti gli altri mentre Rick condivide la sua storia. Il giorno dopo, Carl viene sentito urlare per i suoi genitori poco dopo aver incontrato un vagante mangiare un cervo nel bosco. Poco dopo, Carl annuisce nel capire dopo che gli viene detto che suo padre deve tornare per Merle Dixon, che Rick ha lasciato ammanettato su un tetto. Più tardi quel giorno, Lori cerca di confortare Carl, e lei gli dice che Rick starà bene, nonostante lei sia preoccupata per lui. Verso la fine dell'episodio, Carl viene visto giocare con Shane mentre Shane gli insegna a catturare le rane. Poco dopo, Lori dice a Carl di stare lontano da Shane e dice a Carl che non importa quello che dice Shane, perché Shane le ha detto che Rick era morto.

Vatos[modifica | modifica sorgente]

Carl chiede Amy e Andrea se possono insegnargli a pescare, dopo essere stato impressionato dalla quantità che sono state in grado di catturare. Più tardi si unisce al gruppo per scoprire perché Jim sta scavando buche. Lori dice Jim che sta spaventando Carl e Sophia. Jim solleva un argomento scomodo a Carl, mentre gli chiede di Rick. Alla fine dello stesso giorno, si unisce al gruppo per la cena intorno al fuoco del campo. I vaganti attaccano improvvisamente il campo e uccidono molti dei sopravvissuti. Carl sopravvive all'attacco, e Rick torna al campo con il sacco delle armi. Carl abbraccia suo padre, piangendo.

Esperimenti[modifica | modifica sorgente]

Subito dopo l'attacco dei vaganti, Carl è visto riposare. Carl è ancora triste che suo padre se ne sia andato e gli chiede se sono al sicuro ora che sono insieme, e Rick risponde: "Non me ne andrò più. Te lo prometto". Carl più tardi si unisce al gruppo nel loro piano di lasciare il campo e dirigersi verso il CCM. Dice addio alla famiglia dei Morales, e tutti lasciano il campo. In seguito viene visto insieme agli altri mentre arrivano al CCM.

TS-19[modifica | modifica sorgente]

Carl viene accolto nel CCM dall'unico scienziato rimasto, il Dr. Edwin Jenner, insieme al resto del gruppo. Fa un esame del sangue poco prima di essere visto con gli altri ridere e godersi un buon pasto. Gli altri pregano Carl di assaggiare il vino, e lui rabbrividisce disgustato dopo aver preso un sorso. In seguito gioca a dama con Sophia e poi si dirige a letto. Verso la fine dell'episodio, Jenner li informa che l'energia dell'edificio è esaurita e che l'edificio esploderà. Carl viene visto piangere, perché non vuole morire. Quando il Dr. Jenner lascia il gruppo libero, Carl fugge con gli altri al camper di Dale e guarda mentre il CCM brucia in fiamme. Poi si dirigono verso Fort Benning.

Seconda stagione[modifica | modifica sorgente]

La strada da percorrere[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta in macchina con Lori, Rick, Sophia e Carol. Lori racconta un po' del loro passato e spiega a Carl che quando era un bambino, lui e i suoi genitori hanno fatto un viaggio al Grand Canyon. Scherzano e ridono quando gli dicono che ha vomitato molto. Carl esprime come vorrebbe andare a vedere il Grand Canyon un giorno. Carl viene poi visto raccogliere rifornimenti con i suoi compagni sopravvissuti. Quando un'orda di vaganti si avvicina, si nascondono sotto le auto. Carl sembra molto spaventato, ma Rick, che è a pochi metri di distanza, tenta di calmarlo. Sophia viene quindi inseguita da un duo di vaganti e si perde. Più tardi, dopo che l'orda passa, Carl trova un sacco di attrezzi Gerber, che gli viene ordinato da Shane di dare a Dale. Carl e gli altri poi vanno a cercare Sophia. Quando raggiungono una chiesa, decidono di dividersi. Daryl Dixon riporta il gruppo all'interstatale, e Rick e Shane continuano a cercare Sophia. Carl chiede a suo padre se può aiutarlo con la ricerca, e Rick accetta. Più tardi, Carl, Shane, e Rick vedere un vagante nel bosco. Shane sta per sparargli, ma Rick lo ferma e i due guardano Carl avvicinarsi lentamente. Tuttavia, la pace viene bruscamente interrotta da un forte colpo di pistola. Sia Carl che il cervo cadono a terra mentre il proiettile passa attraverso il cervo, colpendo Carl nello stomaco. Viene poi visto sdraiato a terra incosciente. Rick si precipita da suo figlio.

Sangue del mio sangue[modifica | modifica sorgente]

Durante un flashback, Carl viene visto lasciare la scuola. Mentre si avvicina a sua madre, gli viene detto che suo padre è stato colpito ed è in condizioni critiche in ospedale. Inizia a piangere e abbraccia sua madre mentre Shane la guarda. Nel presente, Otis, l'uomo che accidentalmente spara a Carl, dice a Rick che la fattoria in cui ha soggiornato è nelle vicinanze e che il proprietario, Hershel, è in grado di aiutare Carl. Rick poi affretta Carl verso la fattoria di Hershel Greene. Dopo una lunga corsa, Rick arriva alla fattoria con Carl in braccio e si affretta all'interno della casa. Rick colloca Carl sul letto, e Hershel controlla il polso, dicendo a Rick che è vivo. Carl è incosciente a causa di trauma e perdita di sangue. Purtroppo, Carl si sveglia mentre Hershel sta eseguendo un intervento chirurgico a causa del dolore. Lui urla in agonia e Rick dice a Hershel di smettere dal momento che lo sta uccidendo, ma alla fine Carl sviene dal dolore. Rick poi dona il sangue a Carl in quanto sono dello stesso gruppo sanguigno. Hershel affronta Rick sulle condizioni di Carl: "È fuori pericolo per il momento, ma devo rimuovere i frammenti rimanenti. Devo andare più a fondo per prendere gli altri. C'è di più. La pressione sta calando, il che significa che c'è un'emorragia interna. Un frammento deve aver intaccato uno dei vasi sanguigni. Devo aprirlo, trovare l'emorragia e ricucirlo. E non può muoversi mentre lo faccio. Dico sul serio, per niente. Se reagisce come prima, taglierò un'arteria e sarà morto in pochi minuti". Più tardi, Shane e Otis si dirigono verso un ex centro di evacuazione della FEMA che era un liceo per forniture mediche per operare su Carl.

Sopravvivere[modifica | modifica sorgente]

Carl è ancora incosciente e sta perdendo troppo sangue a causa di un'emorragia interna. Rick non è in grado di donargli altro sangue dal momento che i suoi livelli di sangue sono criticamente bassi. Più tardi Rick parla con Lori dicendole che Carl starà bene e che ora è in questo mondo, e Lori risponde: "Forse non dovrebbe. Forse è così che dovrebbe essere. Perché vogliamo che Carl viva in questo mondo? Avere questa vita? Così può vedere altre persone dilaniate davanti a lui? In modo che possa essere affamato e spaventato per tutto il tempo che ha prima... - in modo da poter correre e correre e correre e poi, anche se sopravvive, finisce per... finire come un altro animale che non sa altro che sopravvivere? Se lui... se lui muore stanotte, finisce per lui. Dimmi perché sarebbe meglio in un altro modo". Carl si sveglia brevemente nel dolore, e i suoi genitori si precipitano rapidamente al suo fianco. Carl dice a Lori, "Avresti dovuto vederlo. Il cervo. È stato così bello, mamma. Era così vicino. Io... non ci sono..." poco prima che i suoi occhi si sbiadissero e si indebolissero. Ha delle convulsioni terribili e i suoi genitori sono costretti a guardarlo sul letto.

La rosa Cherokee[modifica | modifica sorgente]

Il resto del gruppo scopre che l'intervento ha avuto successo e sospirano sollevati. Carl si sveglia per la prima volta e i suoi genitori sono immediatamente al suo fianco calmandolo da tutto quello che sta elaborando. Chiede a Rick se hanno già trovato Sophia. Rick mente e dice a Carl che sta bene. A Carl viene detta la verità più tardi da Lori poiché prima non volevano che Carl si preoccupasse e volevano che si riprendesse. Più tardi, lui e Rick parlano per un po' e Rick si toglie il distintivo dal cappello, e dà a Carl il cappello da indossare.

Ritrovamenti[modifica | modifica sorgente]

In un flashback, Carl viene visto in autostrada con Lori, Shane, Carol, suo marito Ed e Sophia. Carl, Lori e Shane hanno appena evacuato dalla loro città e incontrato i Peletier e sono bloccati in un ingorgo. Carl chiede a Sophia e a sua madre del cibo, ma Ed evita che sua moglie dia cibo agli sconosciuti. Carol acconsente ma ruba comunque il cibo per Carl. Lori e Shane, nel frattempo, sono fuori a guardare i militari che bombardano Atlanta. Sophia dice a Carl che le piace suo padre (dato che lei pensa che Shane sia suo padre), ma Carl risponde con "Shane non è mio padre.... Mio padre è morto." Carl è visto più tardi nel presente ancora sdraiato nel letto a dormire.

Segreti[modifica | modifica sorgente]

Carl è finalmente visto camminare dopo essersi ripreso da essere stato colpito. Sta nutrendo i polli con sua madre all'inizio dell'episodio. Egli afferma che la madre dei pulcini è stata probabilmente mangiata, affermando "Tutto è cibo per qualcos'altro." Carl è visto nella parte posteriore quando il gruppo stanno parlando di addestramento con la pistola. Shane si avvicina a lui e anche Carl vuole imparare. Chiede se Shane può insegnargli a sparare e Shane gli dice che dipende dai suoi genitori. Prima che Carl se ne vada, tuttavia, viene catturato con una pistola addosso e Shane informa i genitori di Carl immediatamente. Sua madre è furiosa, ma suo padre dice che ha bisogno di sapere come maneggiare una pistola, per la sua protezione. Carl poi si scusa con sua madre, dicendole che vuole aiutare a cercare Sophia e difendere il campo. Va avanti e dice che non può farlo senza una pistola. Va agli allenamenti di tiro, insieme a Rick, Shane, Andrea, e T-Dog. Continua a preoccuparsi e vuole aiutare nella ricerca di Sophia.

Muore la speranza[modifica | modifica sorgente]

Carl dice a Shane che non vuole rinunciare alla ricerca nonostante le argomentazioni di Shane e che vuole andare avanti: "So che pensi che Sophia sia morta e che dovremmo smettere di cercarla. Ma è... è una stronzata. Resteremo qui finché non la troveremo." Shane decide di supportare Carl per ora fino alla fine dell'episodio in cui il gruppo di sopravvissuti spara a tutti i vaganti che erano nel fienile. Carl è rattristato nel vedere che Sophia era in realtà una vagante e si aggrappa a Lori per conforto, piangendo in modo incontrollabile, mentre Rick spara a Sophia.

Nebraska[modifica | modifica sorgente]

Carl parla con sua madre di Sophia, affermando che voleva essere lui a trovarla viva, ma pensa che Rick abbia fatto la cosa giusta sparando a Sophia. Afferma che avrebbe fatto la stessa cosa se fosse stato al posto di suo padre. Lori sembra scioccata dal fatto che abbia detto una cosa del genere, ed è preoccupata che stia diventando troppo freddo. Carl assiste al funerale di Sophia, Annette Greene e Shawn con Lori e Rick.

Grilletto facile[modifica | modifica sorgente]

Dopo che Lori viene riportata alla fattoria di Hershel da Shane, Shane rivela a tutti, incluso Carl, che Lori è incinta. Carl è furioso perché sua madre non gli ha detto di essere incinta. Più tardi fa domande sul bambino e sua madre informa tutti che non hanno mai avuto "il discorso." Si rivolge a Dale, aspettandosi che lo informi, ma Dale dice che quel lavoro è per suo padre.

La sentenza[modifica | modifica sorgente]

Carl parla con Shane di Randall Culver, che era stato riportato alla fattoria dopo che i suoi ex membri del gruppo lo abbandonarono, ma Shane gli dice che il destino di Randall è l'attività dell'adulto. Successivamente si intrufola nel fienile dove Randall è tenuto prigioniero, ma Shane lo scopre e gli dice di stare lontano da Randall. Loro litigano fino a quando alla fine Carl indietreggia e annuisce nella comprensione. Carl viene visto sulla tomba di Sophia, in lutto, poco prima di insultare Carol per aver creduto che Sophia fosse in un posto migliore, affermando che il paradiso non esiste e che lei è un'idiota per averci creduto. Carl poi ruba una pistola dalla moto di Daryl e va nel bosco. Trova un vagante intrappolato nel fango e decide di provocarlo. Lo fissa per un po' e poi comincia a lanciare pietre contro il vagante, intimidendolo. Carl poi passa sul fango e tiene la pistola, pronto a sparare. Prende troppo tempo, tuttavia, e una delle gambe del vagante si libera. Carl cade indietro, terrorizzato, e perde la pistola nel fango. Il vagante riesce ad afferrare i piedi di Carl, cercando di attirarlo più vicino in modo da poterlo mangiare. Dopo una lotta, Carl riesce a liberarsi e corre verso la casa, dove gli è proibito parlare del destino di Randall. Più tardi, si intrufola all'esecuzione di Randall e dice a suo padre di ucciderlo mentre sta guardando. Shane lo porta via e Rick risparmia Randall. Più tardi, Dale viene attaccato da un vagante che lo ferisce mortalmente. Carl arriva sulla scena e vede che il vagante che ha attaccato Dale è lo stesso che ha schernito nella palude. Inorridito e sentendosi in colpa, va a piangere sulle ginocchia di Lori mentre Daryl uccide Dale per pietà.

Il giustiziere[modifica | modifica sorgente]

All'inizio dell'episodio, Carl viene visto piangere al funerale di Dale. Poi va da Shane, dicendogli che ha rubato la pistola di Daryl, e il vagante che ha ucciso Dale era lo stesso che ha trovato nella palude bloccato nel fango a cui non ha sparato e che la morte di Dale è stata colpa sua. Chiede a Shane di non dire nulla ai suoi genitori. Shane, tuttavia, dice a Rick cosa è successo a Carl. Rick trova Carl nel fienile. Fanno una chiacchierata tra padre e figlio. Rick consegna la pistola a Carl e lui la accetta. Quando Shane informa tutti che Randall è fuggito, Carl viene istruito da sua madre a rimanere in casa mentre Rick, Shane, Glenn e Daryl vanno a cercarlo. Alla fine, Carl sgattaiola fuori di casa e cammina sul campo dove Rick è in piedi sopra il cadavere di Shane. Carl è spaventato e punta la sua pistola nella direzione di Rick mentre un non-morto Shane si alza, all'insaputa di Rick. Rick chiede a Carl di calmarsi, pensando che gli sparerà. Carl invece spara in testa al non morto Shane. Carl va verso il corpo di Shane, ma Rick lo avverte di stare indietro. Alla fine dell'episodio, un'orda di vaganti viene vista reagire al suono dello sparo e iniziare ad avvicinarsi alla fattoria.

La linea del fuoco[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver sparato a un Shane rianimato, lo sparo attraversa il bosco, e una mandria di vaganti viene vista avanzare verso la fattoria. Questi zombie hanno seguito un elicottero che stava volando via da Atlanta e hanno camminato nella stessa direzione da allora. Hanno sentito il rumore dello sparo di Carl ed hanno camminato verso esso. Mentre Carl e Rick camminano di nuovo alla fattoria, vedono l'orda di vaganti. Rick e Carl al fienile. Alla fattoria, Lori si rende conto che Carl è scomparso. Mentre il caos ne consegue, Carl va nel fienile con Rick ed entrambi gli danno fuoco, uccidendo una dozzina di vaganti. Mentre la coppia corre, trovano Hershel difende casa sua, sparando ai vaganti. Rick lo convince ad andarsene. Dopo essere stati salvati, vanno sulla strada proprio mentre il sole sorge. Carl chiede dov'è sua madre. Rick dice che devono continuare a muoversi e Carl lo prega di non arrendersi. Rick continua a cercare di convincere Carl ad andare avanti. Proprio allora, le auto arrivano con il resto dei membri del gruppo sopravvissuti, tra cui Lori. La macchina di Rick termina la benzina e lui confessa al gruppo che tutti si trasformeranno e più tardi quella notte Carl viene visto piangere sulla spalla di Lori mentre Rick parla con il gruppo, rivelando come Shane è stato ucciso.


Terza stagione[modifica | modifica sorgente]

Casa dolce casa[modifica | modifica sorgente]

Carl è visto avere molte più responsabilità e un ruolo più vitale all'interno del gruppo in questo periodo. I suoi genitori non sono più eccessivamente protettivi nei suoi confronti, in quanto fa parte della prima squadra del gruppo (insieme a Rick, Daryl e T-Dog) per uccidere tutti i vaganti da una casa abbandonata. Rick affida a Carl di controllare la cucina e altre parti della casa da solo, e gli dà altri lavori importanti come sorvegliare i veicoli, uccidere vaganti da una torre di guardia nella prigione, e lasciandolo a proteggere le donne mentre lui e gli altri ispezionano il resto della prigione. Durante l'episodio, sembra che abbia anche sviluppato una cotta per la figlia diciassettenne di Hershel, Beth, ma non gliel'ha detto a causa della sua apparente timidezza.

Il risveglio[modifica | modifica sorgente]

Carl è visto principalmente dalla parte di Hershel durante questo episodio. Quando Rick e gli altri ritornano dalla ricerca, Rick chiama suo figlio per aprire la porta in fretta perché Hershel è stato morso e sanguinante perché Rick gli ha tagliato la gamba. Lori ordina a Carl di prendere un asciugamano per tenere a bada l'emorragia di Hershel. Dopo che T-Dog e Rick ottengono le provviste dai prigionieri, Carl viene assegnato a organizzare il cibo, ma individua anche l'infermeria della prigione da solo e dice di aver svuotato le scorte mediche dell'infermeria, e di aver ucciso due vaganti durante il processo. Lori lo rimprovera per essere uscita da solo, anche se apprezza che Carl aiuti Hershel. Carl si arrabbia e dice a sua madre di "levarsi di torno". Beth lo rimprovera per aver parlato con sua madre senza rispetto, e Carl scappa in imbarazzo. Quando Hershel smette di respirare, Beth chiede aiuto e Lori fa ad Hershel la rianimazione cardiopolmonare per riportarlo in vita. Carl sta aspettando fuori dalla cella di Hershel con Beth. Carl punta la pistola contro Hershel dopo che si pensa erroneamente che sia diventato un vagante. Verso la fine dell'episodio, Hershel si sveglia di nuovo, e Carl gli sorride.

Dentro e fuori[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta seduto su una scala mentre aspetta che gli altri escano dalla cella della prigione. Lui sorride a Beth mentre lei aiuta Hershel a entrare nel cortile della prigione. Mentre Carl guarda suo padre, nota che i vaganti stanno invadendo il loro giardino. Torna con Lori e Maggie in prigione e si separano dagli altri. Lui e Maggie proteggono Lori lungo la loro strada fino a quando improvvisamente entra in travaglio. Accompagnano Lori in una stanza vuota e Carl guarda mentre Maggie dà a Lori un cesareo spontaneo per il bambino, uccidendola. Prima di morire, dice a Carl: "Te la caverai benissimo. Questo mondo orribile riuscirai a sconfiggerlo perché tu sei in gamba, tu sei forte, sei davvero molto coraggioso e io ti amo tanto. Devi comportarti sempre bene. Promettimi che sarai sempre bravo. È così facile farsi corrompere in questo mondo. Quindi, se una cosa non ti sembra sbagliata non farla, d'accordo? Ascolta la tua coscienza, ti prego. Non lasciare che questo mondo ti rovini. Sei così buono. Tu sei il mio dolce bambino, la cosa più bella della mia vita. E io ti amo tanto, ti amo tanto". Proprio mentre Maggie e Carl se ne vanno, Carl pensa alla rianimazione di sua madre e non riesce a sopportarla così abbraccia il suo cadavere e le spara in testa, uccidendola una volta per tutte. Dopo che Carl e Maggie escono dal cortile della prigione con il bambino, il gruppo automaticamente immagina che Lori è morta. Carl se ne sta lì, trattenendo le lacrime, mentre Rick piange dal dolore.

Basta una parola[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta mentre tiene la sua sorellina con gli altri pochi istanti dopo la morte della madre. Va verso Hershel e discutono di cosa faranno per il latte. Carl poi guarda tristemente mentre suo padre si precipita nella prigione per raggiungere il cadavere della moglie. Viene poi confortato da Beth su richiesta di Daryl. Verso la fine dell'episodio, Daryl nutre la sorella di Carl e gli chiede se ha ancora pensato a un nome. Carl dice: "Non ancora. Ma stavo pensando forse a Sophia? Poi c'è anche Carol. E... Andrea, Amy, Jacqui, Patricia. O... Lori. Non lo so." La sua voce comincia a crepare e lui se ne va, la morte di sua madre è ancora troppo cruda nella sua mente.

La preda[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta mangiare cereali con il resto del gruppo e sembra molto depresso. Poco dopo, viene brevemente controllato da suo padre prima di andarsene di nuovo. Più tardi, Carl, Daryl e Oscar escono per liberare i vaganti rimasti dal blocco di celle. Daryl, nel tentativo di confortare Carl e farlo aprire, gli rivela che anche lui ha perso sua madre in giovane età. Più tardi, un vagante si avvicina e lo uccidono poco prima che Daryl scopra il coltello di Carol nel collo del vagante morto. Carl e Oscar tornano al gruppo. Più tardi, Rick torna e tiene il bambino per la prima volta. Carl, Rick, Hershel, e Beth a piedi fuori. Rick consegna il bambino a Carl quando nota qualcosa di strano alla recinzione.

Infiltrati[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta fuori a guardare Michonne che lotta contro i vaganti che la stanno attaccando. Dopo che lei sviene, Carl va a salvarla e spara ai due vaganti che stanno per mangiarla. Rick si unisce ed entrambi uccidono i vaganti rimasti che minacciano la sua vita. Carl prende il cesto pieno di latte in polvere e portano Michonne in prigione. Poco dopo che Rick scopre che Carol è viva, Carl cerca di trattenere le sue lacrime quando Carol scopre che Lori è morta. Quando Oscar, Daryl, Rick e Michonne partono per salvare Glenn e Maggie, Daryl fa sapere a Carl di non preoccuparsi e che terrà d'occhio suo padre. Rick porta Carl in privato e mette Carl a sorvegliare la prigione. Riconosce anche di aver dovuto sparare alla madre in testa e cerca di confortarlo. Carl e Rick accettano di chiamare la piccola Judith, come l'insegnante di terza elementare di Carl.

Fatti per soffrire[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta al fianco di Beth e Axel mentre Beth culla Judith nella cella. Axel cerca di flirtare con Beth, e Carl si mette un po' sulla difensiva. Più tardi, lui, Hershel e Beth stanno discutendo su cosa fare riguardo al latte per Judith. Carl afferma che porterà Carol in missione perché ha l'impressione che Rick e gli altri potrebbero non tornare. Dopo aver sentito delle urla provenienti dalle tombe, Carl va ad indagare, fermandosi quando nota dei deboli suoni provenienti dalla stanza della caldaia dove sua madre morì. Dopo aver ucciso un vagante indaga sul rumore, solo per scoprire il gruppo di Tyreese circondato da vaganti. Carl aiuta a sparare e uccidere molti dei vaganti circostanti, prima di scortare il gruppo sano e salvo fino alla sala comune del blocco. Carl tenta di sparare alla Donna infetta, ma Tyreese interviene, affermando che il loro gruppo si prende cura da solo. Carl chiude il gruppo di Tyreese fuori dal loro blocco, ma annuncia che la sala comune è sicura e che hanno accesso a cibo e acqua.

Fratello[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta sorvegliare sia il suo gruppo che quello di Tyreese nella cella della prigione. Più tardi viene visto parlare con Carol di quanto fosse rumoroso il mondo e di quanto fosse tranquillo ora. Carol dice a Carl quanto sua madre fosse orgogliosa di lui. Carl lo nega e inizia a piangere e si sente terribilmente in colpa per essere stato così cattivo con Lori; non pensa ad altro. Quando Rick torna alla prigione, abbraccia Carl in sollievo. Carl chiede di Oscar, poco prima di scoprire che non ce l'ha fatta. Carl viene poi visto guardare di nuovo il gruppo di Tyreese poco prima di essere spaventato da Rick durante la sua crisi.

Bentornato a casa[modifica | modifica sorgente]

Carl è visto per la prima volta mappare dove ha aiutato il gruppo di Tyreese per Glenn in modo che possano avere una migliore idea di dove sono i punti deboli nelle pareti. Più tardi dice che il locale caldaia è di nuovo invaso da vaganti. Lui e Glenn più tardi vanno a controllare fuori prima di tornare, rendendosi conto che non va bene e ci sono troppi di loro. Carl è fuori quando il Governatore inizia ad attaccare la prigione. Lui e Beth si coprono vicino a un muro mentre qualcuno nella torre di guardia spara contro di loro. Carl spara indietro, ma perché sta usando una pistola non è in grado di uccidere l'attaccante sconosciuto. L'aggressore sconosciuto viene infine ucciso da Maggie, poi qualcuno guida un furgone pieno di vaganti attraverso il cancello e li rilascia nel cortile della prigione.

Giuda[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta con il gruppo mentre discutono se lasciare la prigione o no. Dopo che Rick esce Carl lo segue e gli dice che dovrebbe smettere di "essere il leader. Lascia che Hershel e Daryl gestiscano le cose. Ti meriti un po' riposo." Rimane di guardia durante il resto dell'episodio, ed è presente quando Maggie vede Andrea dai cespugli. Verso la fine dell'episodio, Rick afferma che farà un'altra missione e che Carl si unirà a lui, mentre Rick rivela che "è pronto." Carl è poi visto fuori, vicino ai cancelli di guardia, osservando il cortile della prigione che è invaso da vaganti.

Ripulire[modifica | modifica sorgente]

Carl, insieme a Rick e Michonne, si recano alla Contea di King nella speranza di trovare altre armi. Fissa un sopravvissuto per strada mentre l'auto passa, mentre Rick e Michonne non battono ciglio. Più tardi, Michonne, che sta guidando, fa bloccare l'auto nel fango e così Carl appare infastidito. Rick coglie l'occasione per legare con Carl e gli insegna a liberare la macchina usando la trazione. Carl non sembra gradire Michonne e chiede "Perché l'hai fatta venire? Ti ha portato a Woodbury e hai detto che ti ha lasciato. - E Oscar è morto e voi..." Prima che possa continuare Rick lo interrompe spiegandogli che non era così semplice e questo gli spiega la situazione. Sentono e vedono di nuovo il sopravvissuto della strada che grida loro di fermarsi, ma si allontanano. Arrivando alla Contea di King, Carl e gli altri entrano nell'armeria della polizia per scoprire che è vuota. Carl continua a guardare mentre Michonne e Rick discutono per decidere dove trovare altre armi. Dopo aver camminato dietro un angolo per arrivare alla strada principale che è piena di vaganti e trappole esplosive, un vagante viene colpito in testa. Carl e gli altri vengono colti di sorpresa da un uomo su un tetto, dicendo loro di gettare le armi. Rick ordina a Carl di tornare alla macchina quando inizia una sparatoria. L'aggressore scompare dal tetto e cerca di sparare a Rick, ma prima che possa fare qualcosa, Carl gli spara al petto, facendolo svenire. Rick guarda suo figlio con uno sguardo preoccupante, non avendo voluto che facesse qualcosa del genere, ma Carl dice che doveva. Viene rivelato che l'aggressore indossa un'armatura, e che in realtà è Morgan Jones, che Rick aveva incontrato per la prima volta dopo essersi svegliato dal coma. Lo trascinano indietro al suo edificio e alla fine si imbattono sull'arsenale che Morgan ha acquisito attraverso i mesi. Mentre perquisisce l'appartamento, Carl trova una mappa dipinta della Contea di King su un muro, e scopre che la loro vecchia casa è stata bruciata. Viene poi interrogato da Rick se questo era il motivo per cui è venuto con loro, che nega. Carl dice che sta andando in missione. Vuole prendere una culla per Judith. Rick non permette a suo figlio di andare in un primo momento, ma Michonne si offre di andare con lui, e Rick lo permette. Carl dice a Michonne che non aveva bisogno di venire e le dice di uccidere un vagante solitario, il che gli dà abbastanza tempo per scappare. Michonne lo raggiunge e lui gli spiega che vuole farlo da solo. Michonne si accorge che Carl è passato dal negozio di bambini, e lui risponde che prima sta prendendo qualcos'altro per Judith. Carl e Michonne arrivano alla porta del Caffè della Contea di King. Carl guarda dalla finestra per osservare meglio l'interno e afferra il pomello della porta, ma prima di poter aprire la porta Michonne lo porta via. Michonne spiega che non l'avrebbe lasciato entrare, e Carl gli risponde dicendo: "Penso che non siano affari tuoi. Non mi conosci. Non conosci mio padre. Sei venuta qui per interessi comuni. Abbiamo lo stesso nemico e lo stesso problema. Ed è per questo che sei qui. Ecco. È importante. Lo farò." Michonne risponde dicendo che lei non può fermarlo, ma lui non può impedirle di aiutarlo. Carl rotola uno skateboard per attirare l'attenzione dei vaganti e il duo si intrufola nel bar senza avvisare i vaganti. Carl vede quello che vuole e sta su una sedia per poterlo afferrare mentre Michonne sta a guardare. Un vagante che si nascondeva afferra il piede di Carl, ma Michonne lo uccide velocemente in silenzio prima che il vagante possa uccidere Carl. Il duo torna indietro, ma un topo riesce a fuggire da una delle trappole e corre oltre di loro, avvisando i vaganti della loro presenza. Il duo si libera di diversi vaganti, ma prima che escano, Carl perde ciò che ha perso. Carl si arrabbia dicendo che devono tornare indietro e che è l'unico rimasto. Dopo alcune discussioni, Carl indietreggia e segue l'ordine di Michonne di rimanere lì mentre lei prende il suo oggetti per lui. È una vecchia foto di lui, Lori e suo padre. Spera che Judith possa almeno sapere com'è fatta sua madre, e ringrazia Michonne. Più tardi, Carl e Michonne vengono visti portare la culla alla macchina e Rick gli chiede se tutto è andato bene, e Carl sorride e risponde "Penso che possa essere una di noi." Rick, sorpreso di questa risposta, accetta il parere di suo figlio. Poco dopo Carl si scusa con Morgan per avergli sparato, dicendo che era qualcosa che doveva essere fatto. Morgan dice a Carl di non essere mai dispiaciuto. Sulla via del ritorno, i resti del sopravvissuto sono sparsi per la strada e Carl esce dal retro e afferra lo zaino che stava portando.

Apri gli occhi[modifica | modifica sorgente]

Carl è visto aiutare Glenn, insieme al resto del gruppo, che organizzano il loro nuovo arsenale, mentre Rick, Hershel e Daryl sono fuori per l'incontro con il Governatore. Merle gli dice che suo padre potrebbe essere morto e che la sua testa è su una picca, e Carl risponde: "Mio padre può cavarsela da solo!" Più tardi viene brevemente visto quando Rick dice loro che stanno andando in guerra.

L'inganno[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto con Maggie dall'altra parte della recinzione che urlano per ottenere l'attenzione del vagante per creare un diversivo. Carl è visto ascoltare il discorso di suo padre per quanto riguarda le decisioni che riguardano l'intero gruppo.

Nelle tombe[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta mentre imballa i suoi bagagli e quelli di Judith mentre si preparano a lasciare la prigione. Mentre Carl sta impacchettando la sua roba, tira fuori la vecchia foto di lui, Rick, e Lori che lui e Michonne hanno recuperato in precedenza. Fissa tristemente l'immagine, riflettendo su quello che gli è successo finora e su quello che potrebbe accadere al resto della sua famiglia. Prima che Carl lasci la sua stanza, prende e fissa il vecchio distintivo di Rick prima di metterlo in tasca in modo da avere qualcos'altro da ricordare del vecchio mondo e suo padre. Quando Rick prova a parlargli, respinge via suo padre e getta la sua roba in macchina. Tutti notano quanto Carl sia arrabbiato, incluso Glenn, che dice a Rick, "Non l'ho mai visto così arrabbiato. Anche con Lori. Si è semplicemente spento". Rick e gli altri decidono di rimanere nella prigione e difenderla. Carl viene inviato con Hershel, Beth e Judith in un luogo sicuro nel bosco. Mentre lo scontro a fuoco ne consegue, Carl si sta infastidendo perché sente che dovrebbe essere lì, combattendo al fianco degli altri e che non dovrebbero rischiare le loro vite per lui. Quando Rick e gli altri prendono il sopravvento, il Governatore e il suo esercito si ritirano. Un soldato in fuga Woodbury di nome Jody inciampa su Carl e gli altri nei boschi. A Jody è detto di gettare la sua pistola. Invece, Jody tiene la pistola in mano e lentamente cammina verso Carl, dicendo di "prenderla." Prima che Jody si avvicini troppo, Carl gli spara in testa, uccidendolo, lasciando Hershel e Beth scioccati. Si incontrano e Rick abbraccia Carl in segno di sollievo. Carl dice a Rick come ha fatto il suo lavoro là fuori come tutti gli altri e che ha fatto fuori uno dei soldati del Governatore, e che sta andando con loro, non volendo essere escluso. Hershel dice a Rick che Carl ha ucciso Jody a sangue freddo, il che lascia Rick molto preoccupato per Carl. Più tardi, Rick si avvicina a Carl e cerca di parlargli del ragazzo a cui ha sparato. Carl schiva le domande di suo padre dicendo che Jody aveva una pistola e che li aveva attaccati. Rick chiede se stava consegnando la pistola e Carl dice che non poteva correre il rischio di lasciarlo vivere, rivivendo come aveva avuto la possibilità di uccidere il deambulatore che alla fine ha sbudellato Dale, ma non l'ha fatto. Quando Rick cerca di discutere, Carl parla di come ha lasciato vivere Andrew e il Governatore, il che ha portato alla morte di Lori, T-Dog e Merle, rispettivamente. Carl dice a Rick di andarsene prima che il Governatore ne uccida altri, lasciando Rick scioccato dalla logica comprensibile di suo figlio. Rick non ha niente da dire e prima che Carl se ne vada, lascia cadere il distintivo dal cappello di Rick a terra. Tuttavia, finisce per rimanere indietro e solo Rick, Daryl e Michonne vanno. Quando tornano con tutti i cittadini di Woodbury, Carl chiede con rabbia a suo padre cosa sta succedendo. Quando Rick spiega che i sopravvissuti hanno lasciato Woodbury e rimarranno qui, Carl si allontana con rabbia, preoccupato che Rick stia lasciando entrare i residenti della città che li hanno attaccati senza cautela.


Quarta stagione[modifica | modifica sorgente]

Calma apparente[modifica | modifica sorgente]

Nel periodo di sei/sette mesi tra la schermaglia con Woodbury, la prigione subì molti miglioramenti. Ora, con i bambini della sua età, Carl comincia lentamente a tornare ad essere se stesso, godendosi la sua "infanzia" e facendo cose che qualsiasi altro ragazzo farebbe, come collezionare fumetti e giocare a calcio. Conserva ancora un po' di durezza dal vivere in un mondo post-apocalittico, rimproverando un gruppo di bambini per aver dato dei nomi ai vaganti.

Infetto[modifica | modifica sorgente]

Rick sveglia Carl la mattina presto per le faccende agricole. Dice che gli addetti alla pulizia delle recinzioni avranno bisogno di aiuto, e chiede se possono unirsi a loro. Rick risponde sicendo che ha altri piani, e Carl poi chiede se può aiutarli. Rick finisce dicendo "Abbiamo altri piani". Carl poi continua dicendo che gli dispiace, e che sta cercando di vivere una vita normale, alla quale Rick fa notare quanto sia orgoglioso. Prima che possano continuare gli spari provenienti dal blocco D attirano la loro attenzione. Rick ordina a Carl di unirsi a Maggie nella torre di guardia. Michonne, che stava andando via, ritorna per aiutare, ma i vaganti entrano dal cancello aperto e quasi la uccidono. Carl istintivamente afferra un fucile e spara a uno di loro. Carl aiuta Michonne, che si è infortunata alla gamba, e tornano al blocco e si imbattono in Rick che ritorna dalla schermaglia nel blocco D. Carl abbraccia suo padre, dicendo che gli dispiace, ma ha dovuto prendere il fucile per uccidere un vagante . È visibilmente scosso per sentire che il suo amico Patrick è morto. Più tardi ha visto creare una croce per la sua sepoltura, chiedendo a Carol se Patrick fosse cattolico. Lei risponde dicendo che era ateo. Lei chiede se ha detto a suo padre circa le lezioni di coltello. Carl dice che non mentirà a suo padre e che glielo dirà. E così fa, e Rick, rendendosi conto che non torneranno mai alle loro vite pre-apocalittiche, restituisce a Carl la sua pistola.

Isolamento[modifica | modifica sorgente]

Carl è visto per la prima volta impacchettare le sue cose per trasferirsi negli uffici dei blocchi, dove le persone sane ma vulnerabili vengono isolate. Sembra non gradire questo come sarebbe rinchiuso con gli altri bambini, ma alla fine fa onorare i desideri di suo padre. Rick si fida di Carl per pattugliare il corridoio e tenere le persone al sicuro. Un giorno, quando Carl sta pattugliando il corridoio, vede Hershel camminare fuori. Curiosamente, chiede dove sta andando e si accorge rapidamente che Hershel sta sgattaiolando fuori dalla prigione per raccogliere provviste da solo. Carl dice che non può lasciare che Hershel vada lì da solo, cosa che Hershel ignora, non volendo che una persona più giovane gli dica cosa fare. Carl insiste ma, rendendosi conto che non può fermare Hershel, si offre di andare con lui per aiutare. Entrambi partono per acquisire erbe per curare i sopravvissuti malati. Più tardi nell'episodio Carl viene visto a guardia di Hershel mentre esamina e sceglie le erbe mediche necessarie. Hershel parla con Carl, riconoscendo la sua maturità e crescita. A causa dei recenti eventi in corso alla prigione, Hershel ritiene che sia più sicuro fuori dalla prigione, e Carl non è d'accordo dopo aver visto un vagante in decomposizione. Lo esaminano finché un secondo vagante li individui. Carl alza la pistola verso il vagante ma Hershel gli dice che non deve farlo, ricordando così lo stesso motto di suo padre: "Non sparare a meno che non sia assolutamente necessario" e abbassandogli la pistola. Tornano alla prigione con le scorte mediche.

L'inferno[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta nel blocco A quando Rick torna dalla corsa alle scorte mediche. Carl chiede se lui e gli altri possono uscire dalla zona di quarantena, e Rick dice di no no, deciso a tenere suo figlio al sicuro e lontano dalla violenza. Poco dopo che Carl dice "Papà, non puoi tenermi lontano da quello che succede sempre", Rick risponde con "Sì... forse... ma penso che sia il mio lavoro provarci". Più tardi nell'episodio le recinzioni sembrano essere in uno stato cruciale al punto di rompersi. Un colpo di pistola esplode, e Rick dice a Maggie di tornare dentro. Rick si rende conto che non può proteggere i recinti da solo e va a cercare Carl. Rick chiede l'aiuto di Carl e Carl accetta volentieri. Rick e Carl sono poi visti lavorare per mantenere le recinzioni. Stanno usando tronchi spessi per cercare di aggiungere supporto alla recinzione, per evitare un crollo. Il padre e il figlio condividono un momento toccante mentre Carl aiuta Rick con il tronco finale, ma i tronchi iniziano a rompersi a causa del numero crescente di vaganti che premono sulla recinzione. La recinzione crolla e il duo corre per le loro vite, nella torre e nelle recinzioni interne. Rick, sapendo che il secondo strato di difesa non reggerà a lungo, porta Carl alle armi mentre si preparano a scaricare sui non-morti. Rick dà a Carl un corso accelerato sulla meccanica del fucile d'assalto M4A1 e sparano, uccidendo qualsiasi vagante a vista. È a questo punto che Rick accetta Carl per quello che è: un uomo. Rick osserva Carl mentre avanza verso i vaganti, chiaramente in controllo. Tutti i vaganti sono uccisi e Rick e Carl fanno una pulizia, alla ricerca di eventuali vaganti sopravvissuti e accoltellando le loro teste con pali metallici taglienti. Carl nota Daryl e gli altri che ritornano e dice a Rick che andrà tutto bene. Infine, Carl viene visto la mattina seguente, che corre da Rick, volendo stare con lui. Lui e Rick iniziano a coltivare.

Peso morto[modifica | modifica sorgente]

Carl appare brevemente in questo episodio, visto da lontano dal Governatore.

Indietro non si torna[modifica | modifica sorgente]

Mentre il Hovernatore dice a Rick che lui e gli altri devono lasciare la prigione entro il tramonto, Carl viene visto con gli altri armati per la potenziale sparatoria tra i due gruppi. Quando il Governatore tira fuori gli ostaggi, Carl afferma che potrebbe "porre fine a tutto questo adesso", ma Daryl gli dice di no, in quanto potrebbe portare a risultati anche peggiori. Dopo che il Governatore tagliò il collo di Hershel con la spada di Michonne, Carl, insieme a Daryl e Rick, aprì il fuoco sul Governatore e sui suoi uomini. Carl colpisce il Governatore nel braccio e un altro uomo nella spalla. Carl continua a sparare al Governatore e ai suoi uomini fino a quando non sfondano la recinzione. Dopo che Michonne salva Rick, le chiede: "Dov'è Carl?" Inciampando al cancello principale, vede Carl uccidere due vaganti prima che si riuniscano. Gli chiede: "Dov'è Judith?" e Carl risponde: "Non lo so." Mentre individuano il seggiolino insanguinato di Judith, Carl, infuriato e credendo che sua sorella fosse morta, scarica le munizioni rimanenti in una delle teste di un vagante prima di crollare tra le braccia di Rick in lacrime. Rick gli dice: "Dobbiamo andare" e i due lasciano la prigione. L'ultima volta i due sono stati visti zoppicare attraverso i boschi che circondavano la prigione con Rick che diceva a Carl: "Non guardarti indietro."

Smarriti[modifica | modifica sorgente]

Rick e Carl si imbattono in un bar mentre escono dalla prigione, trovando alcune provviste prima di imbattersi in una casa in un quartiere, dove risiedono. Rick nota l'ostilità di suo figlio verso di lui mentre spinge un divano contro la porta. Mentre dorme sul divano, Rick cade in incoscienza e Carl cerca senza successo di svegliare Rick il giorno dopo. Carl conduce due vaganti lontano dalla casa quando cercano di entrare dalla porta, e viene quasi attaccato da un terzo, ma riesce a uccidere tutti e tre. Carl inizia anche a sbraitare mentre Rick è ancora privo di sensi, rimproverandolo per aver sottovalutato le capacità di sopravvivenza di Carl, oltre a non essere riuscito a proteggere Judith, Hershel, Glenn, Daryl, e maleducatamente dice che sarebbe stato bene se Rick morisse. Carl se ne va e va in un'altra casa dove trova cibo, tra cui una grande lattina di budino al cioccolato. Carl viene poi attaccato da due vaganti, ma ne uccide uno, però poi scopre che la sua pistola è vuota e riesce a malapena a fuggire in una stanza vicina. Rick si sveglia e Carl, tornato a casa per la notte e pensando che suo padre si sia trasformato, non riesce ad ucciderlo e tenta di suicidarsi permettendo a Rick di ucciderlo per essersi sbagliato a pensare che sarebbe stato meglio da solo. Tuttavia, Rick non si rianimò e disse a suo figlio dopo aver strisciato verso di lui di non uscire e rimanere al sicuro. Carl culla la testa di suo padre in grembo e sussurra ripetutamente: "Ho paura". I due sentono bussare alla porta il giorno dopo, e Rick si alza e guarda attraverso lo spioncino, solo per vedere Michonne lì in piedi. Rick scoppia a ridere, dicendo a Carl che è per lui.

Salvare il mondo[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta mangiare cereali in casa con Michonne. Scherzano sul latte di soia e su come ha quasi vomitato una volta dopo averlo bevuto in terza elementare. Accidentalmente parla di Judith nella conversazione, ricordandogli il fatto che lei, per quanto ne sa, è morta, il che spezza il breve momento di sollievo e risate che stavano avendo pochi istanti prima. In seguito va a correre con Michonne, dove lei rivela un po' di più sulla sua vita passata, tra cui il figlio deceduto. È chiaro attraverso l'episodio che hanno costruito insieme un'amicizia, riconosciuta da Rick, che le ha detto prima che non può essere tutto per lui, dimostrando che hanno un forte legame. Arriva con Michonne alla casa proprio mentre Rick fugge dal gruppo ostile che l'ha occupata. Alla fine della giornata si fermano da un treno merci abbandonato, vedendo un segno di un santuario in pista. Poi iniziano a camminare sui binari.

Noi[modifica | modifica sorgente]

Carl è visto con Rick e Michonne sulla rotaia, in competizione in una scommessa con Michonne per vedere chi può camminare sui binari più a lungo senza cadere. Carl vince la scommessa e ottiene a scegliere una delle ultime due barrette di cioccolato nella loro fornitura, scegliendo quella Big Cat. Alla fine dell'episodio, il gruppo di Joe, che ha occupato la casa in cui alloggiavano in "Salvare il mondo", viene visto passare davanti all'involucro della Big Cat, gettata sullo stesso binario ferroviario in cui sono stati visti Rick, Carl e Michonne.

A[modifica | modifica sorgente]

Rick, Michonne e Carl si lamentano di quanto siano affamati. Nel tentativo di evitarlo, Rick mostra a Carl e Michonne come organizzare una trappola per catturare un animale selvatico, come un coniglio. Dopo aver sentito un urlo, Carl corre nel bosco per vedere un uomo circondato da vaganti. Alza la pistola per sparare ai vaganti ma viene fermato da Rick, che gli dice che l'uomo non può essere salvato. Il trio poi torna nel bosco. Trovano un'auto abbandonata e decidono di passare la notte lì. Mentre Rick e Michonne parlano vicino al fuoco, e Carl dorme in macchina, il gruppo di Joe li sorprende, tenendo Rick e Michonne sotto tiro. Daryl, che si era recentemente unito al gruppo ma non aveva idea che stessero dando la caccia a Rick, chiede a Joe di risparmiarli. Joe ordina ai suoi uomini di stuprare e picchiare Daryl a morte. Un Carl terrorizzato viene preso dalla macchina da Dan, che lo spinge a terra. Urlando e piangendo, Carl cerca di scappare, prima che Dan lo afferri, lo inchioda e comincia a slacciarsi i pantaloni, spingendo giù i pantaloni di Carl chiaramente progettando di violentarlo. La vista di suo figlio indifeso, che sta per essere stuprato, e la consapevolezza che tutti con lui soffriranno e moriranno, fa sì che Rick lanci un attacco feroce, strappando la vena giugulare di Joe con i denti. Nello shock che segue, Michonne e Daryl riescono ad uccidere tutti tranne Dan. Dan punta a Carl un coltello, implorando per la sua vita. Un Rick infuriato sventra Dan, mentre Carl lo osserva, traumatizzato, aggrappato a Michonne. Il giorno dopo, Carl viene visto dormire sulle ginocchia di Michonne, ha un incubo, presumibilmente sugli eventi precedenti, e si sveglia spaventato. Sente suo padre parlare con Daryl di aver lasciato l'umanità che aveva cercato in prigione, di come ora sa cosa deve fare per sopravvivere, e di come Carl possa sopravvivere. Quando si avvicinano a Terminus, Rick chiede al gruppo di dividersi e sorvegliare varie parti dei cancelli, per avere un'idea del posto. Per paura di suo padre, Carl rifiuta l'offerta di Rick di guardare con lui, andando invece da Michonne. Quando Michonne lo incoraggia a non escludere suo padre, le racconta dell'oscurità che prova e che non è stato in grado di tenere duro, che è un mostro. Michonne fa del suo meglio per convincerlo che le cose cambieranno, rivelando il suo crollo dopo la morte del figlio. Lei gli dice che lui, Andrea e Rick erano quelli che l'hanno tirata indietro. Carl e gli altri arrivano a Terminus, e incontrano il gruppo, guidato da Gareth. Perdono brevemente le loro armi e accettano di essere perquisiti. Quando l'uomo che li perquisisce vede quanti lividi hanno, dice che spera che chiunque abbia fatto loro quei, ha ottenuto quello che meritava. Carl freddamente dice di sì. Rick intuisce presto il pericolo quando vede varie persone con oggetti che appartenevano ad altri membri del suo gruppo. Prende in ostaggio un residente di Terminus, chiedendo risposte. Alla fine, lui e gli altri scappano, ma sono ammassati verso un vagone. A minaccia della vita di Carl, gli adulti accettano di arrendersi. Carl poi lentamente entra nel vagone con loro, tremando di terrore. Carl si riunisce con la maggior parte del resto del gruppo che erano già nel vagone (tutti tranne Beth, Carol, Tyreese, e Judith), insieme ad alcuni volti nuovi. Guarda mentre Rick dice che Terminus ha "fatto incazzare le persone sbagliate."


Quinta stagione[modifica | modifica sorgente]

Preda e cacciatore[modifica | modifica sorgente]

Quando il gruppo intrappolato all'interno del vagone sente esplosioni e spari, cominciano a temere quello che è successo ai quattro membri del loro gruppo che sono stati presi. Carl esce dall'ombra dall'estremità opposta del vagone, rassicurando il gruppo che suo padre e gli altri torneranno, e che dovranno essere preparati quando lo faranno. Carl è visto fuggire attraverso i boschi dopo che il gruppo supera la recinzione esterna intorno a Terminus. Quando il gruppo si imbatte in Carol, lei li conduce a Tyreese che sta tenendo una sana e salva Judith. Rick e Carl corrono da Judith e la abbracciano.

Sconosciuti[modifica | modifica sorgente]

Carl è visto con il gruppo esteso mentre continuano il loro viaggio. Mentre il gruppo sta camminando attraverso una foresta, viene sentito un grido di aiuto. È Carl che insiste che il gruppo vada in aiuto allo sconosciuto. Una volta che la persona che chiede aiuto è stata salvata dai vaganti, rivelatasi essere Padre Gabriel Stokes, Carl gli offre delle noci. Carl osserva da vicino l'interrogatorio di Rick a Gabriel e si unisce al gruppo quando si rifugiano nella chiesa di Gabriel. In seguito Carl viene visto nella chiesa a prendersi cura di Judith nutrendola con una bottiglia. Quando Rick decide di andare in cerca di provviste con Gabriel, Michonne, Bob e Sasha, parla prima con Carl. Rick confessa di non fidarsi di Gabriel, e Carl afferma che non tutti possono essere cattivi. Rick avverte Carl di non farsi ingannare in un falso senso di sicurezza e che non è al sicuro. Chiunque potrebbe tentare di violentarlo e possibilmente ucciderlo in qualsiasi momento. Anche se è chiaramente scosso, Carl promette di stare attento, e Rick se ne va. Quando Rick più tardi ritorna, viene diretto verso il retro della chiesa dove gli viene detto che Carl è lì. Carl rivela di aver cercato di capire cosa nascondesse Gabriel e ha trovato dei graffi sulle finestre. Mostra anche a Rick le parole, 'Brucerai per questo', incise sul lato della chiesa. Carl nota che questo non significa che Gabriel sia cattivo, anche se conferma che sta nascondendo qualcosa. L'ultima apparizione di Carl nell'episodio è quando viene visto mangiare alla festa del gruppo.

Un tetto e quattro mura[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto radunarsi attorno al ferito Bob dopo essere stato portato nella Chiesa. Più tardi, quando Rick conduce un gruppo alla scuola elementare per trovare i Cacciatori, Carl viene lasciato a difendere la chiesa mentre i Cacciatori iniziano il loro attacco. Gareth entra nella chiesa e schernisce ogni gruppo rimanente nel rivelare la loro posizione. Gareth menziona il nome di Carl sapendo che è lì. Carl tiene la pistola puntata sulla porta della stanza in cui si nasconde il gruppo. Quando le grida di Judith rivelano la loro posizione, i Cacciatori tentano di entrare nella stanza solo per essere uccisi dal gruppo di Rick. Carl è presente mentre il gruppo saluta Bob. Quando Bob chiede una parola con Rick, Carl tenta di prendere Judith da suo padre, fino a quando Bob afferma che gli sta bene che Judith sia presente. Carl lascia la stanza. Alla fine viene visto davanti alla chiesa per dire addio al gruppo di Abraham mentre parte per Washington.

Lo scambio[modifica | modifica sorgente]

Carl è visto per la prima volta aiutare gli altri fortificare la chiesa, coprire le finestre e mettere picchi all'ingresso. Più tardi convince Gabriel a prendere un'arma, spiegando che alla fine si imbatterà in guai da cui non sarà in grado di nascondersi, e che ha bisogno di imparare a combattere.

Conclusione[modifica | modifica sorgente]

Carl è con Michonne in chiesa e aiuta Michonne a tirare fuori le tavole e uccidere alcuni vaganti. Riescono a fuggire dalla piccola mandria di vaganti che vengono dopo di loro uscendo dal modo in cui Gabriel se n'è andato. Poi intrappolano i vaganti all'interno della chiesa. Mentre stanno per occuparsi dell'orda, Abraham si avvicina e fa schiantare il camion dei pompieri nella chiesa, intrappolandoli all'interno. Carl si unisce al gruppo nel loro viaggio al Grady Memorial Hospital. Carl è con gli altri mentre si riuniscono con Rick e il gruppo che ha viaggiato al Grady Memorial e trovano Daryl che porta una Beth morta, devastando Maggie.

Non è finita[modifica | modifica sorgente]

In questo episodio, Carl viene solamente visto durante il funerale di Tyreese.

Loro[modifica | modifica sorgente]

Carl porta Judith per la maggior parte della passeggiata da Baltimora alla loro prossima fermata, un fienile nel bosco. Abbatte Judith e aiuta a barricare le porte quando i vaganti attaccano.

La distanza[modifica | modifica sorgente]

Carl si prende cura di Judith mentre il gruppo si occupa di Aaron, poi esce per esplorare la zona. Va fino ad Alexandria nel camper a prendersi cura di Judith per la prima tappa e poi la macchina con suo padre e Michonne per la tappa finale.

Benvenuti[modifica | modifica sorgente]

Carl approva Alexandria, ammirando le case all'interno della città. Rick e Carl si separarono dal resto del gruppo per esaminare la casa che gli era stata data dalla comunità. Una volta dentro, si rendono conto che la casa ha acqua corrente. Usano questo a loro vantaggio e condividono una doccia calda, pulendosi da tutto il fango e lo sporco accumulato mentre erano sulla strada. Rick si rade anche la barba. Mentre Rick finisce di radersi, Carl sente un rumore in una delle stanze della casa accanto, indaga, armato, ma trova solo giochi e alcuni fumetti. Il giorno dopo porta Judith a fare una passeggiata e parla con alcuni anziani residenti. Rick gli permette poi di andare in giro per la casa di Jessie Anderson, dove incontra suo figlio Ron e altri due, Mikey e Enid. Nella sua intervista con Deanna Monroe, dice la verità e rivela di aver dovuto uccidere sua madre. Il giorno dopo vede Enid salire su una recinzione e lasciare la comunità. Tenta di seguirla, ma la perde nel bosco. Poi si imbatte in suo padre e combatte un gruppo di vaganti, prima che ritornino nella zona. Assiste allo scontro tra Glenn e Aiden Monroe da lontano. Notando Enid vicino a lui, afferma di sapere che non le piace, cosa che lei ignora e se ne va.

Dimenticare[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto alla festa di casa con Judith in braccio; in seguito viene visto chiacchierare con Mikey e Ron.

Provare[modifica | modifica sorgente]

Carl appare per la prima volta in questo episodio mentre segue qualcuno nel bosco, avendolo apparentemente perso. Improvvisamente, la voce di Enid lo chiama per non essere bravo a stare zitto mentre rintraccia qualcuno. Carl esprime sorpresa per essere stato catturato, e continua a cercare di trovarla. Lei gli dice che lui la spaventa un po'. Si rivela dopo essersi stancata di nascondersi, chiedendosi perché l'abbia seguita fuori dalle mura. Carl spiega che non sapeva perché se ne stesse andando se erano al sicuro all'interno delle mura, al che lei risponde che non era destinata a nascondersi dietro le mura. Lei poi lo invita a correre con lei. Dopo aver corso attraverso la foresta, i due trovano un vagante. Enid lo attira in una direzione con un timer da cucina, poi continua a correre con Carl attraverso la foresta. Alla fine, i due perdono fiato e si posano su un albero caduto. Carl si complimenta con la sua abilità e loda il suo coltello. Lui e Enid discutono che è importante il loro passato dopo che lei dice che non importa quello che è successo a sua madre. Mentre chiacchierano sulla questione dei loro genitori, una ventina di vaganti entra nella loro zona, spingendo i due a nascondersi all'interno di un albero cavo. I due hanno a malapena abbastanza spazio all'interno dell'albero mentre i vaganti passano da loro. Enid gli spiega come le loro vite dovrebbero essere sempre le stesse quando scappavano. Carl strofina affettuosamente la sua mano e lei si appoggia per baciarlo, ma quando lui mostra una reazione un po' imbarazzante, lei si ferma, facendolo arrossire. Si rende conto che anche lui ha paura di lei, anche se non per gli stessi motivi. Carl e Enid poi si intrufolano nella comunità durante la lotta tra Rick e Pete, il marito di Jesse. Carl cerca di allontanare suo padre da Pete, temendo conseguenze per se stesso, Rick e l'intero gruppo. Rick, tuttavia, coinvolto nella furia contro Pete, spinge Carl via mentre continua a strangolare Pete. Dopo che Deanna stessa parla a Rick, Carl guarda con orrore mentre Rick alza la pistola contro gli altri residenti di Alexandria, delirando su come il sistema di Deanna di dare ad un uomo un trattamento speciale perché era un medico, e solo esiliando le persone più pericolose invece di ucciderle.

Conquistare[modifica | modifica sorgente]

Carl appare quando Rick si presenta a casa per controllare Carl. Carl chiede a suo padre qual è il suo piano, ma Rick invece dice a Carl di rimanere a casa. Carl chiede se questa era "casa", a cui Rick risponde "sì". Più tardi, mentre Rick stava farneticando sul futuro alla riunione, Carl appare nella casa mentre tiene Judith.

Sesta stagione[modifica | modifica sorgente]

Come la prima volta[modifica | modifica sorgente]

In un flashback Carl si presenta al lago dove si trova Enid, sedendosi accanto a lei. Lei gli tocca affettuosamente la mano, proprio mentre Ron li guarda da lontano.

L'attacco dei lupi[modifica | modifica sorgente]

Mentre Carl porta Judith a fare una passeggiata, si imbatte in Ron e Enid seduti insieme. Carl appare geloso. Gabriel arriva e si scusa per le sue azioni precedenti. Chiede a Carl di insegnargli a difendersi. Durante l'attacco, Carl rimane in casa e sorveglia Judith. Quando Enid entra in casa, la convince a rimanere dentro. Più tardi Carl va fuori e salva Ron da un Lupo, gli dice di andare dentro, ma Ron, vedendo che Enid era con Carl, dice di no. Dopo l'attacco, cerca Enid e trova una messaggio di lei, dicendo "Sopravvivi in qualche modo".

Adesso[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto per la prima volta mentre ascolta il discorso di Rick sulla missione dell'orda. Più tardi, si avvicina a Ron per dirgli di Enid, chiedendo il suo aiuto per trovarla fuori dalle mura. I due sono in disaccordo quando Ron dice che Carl che se ne va per trovare Enid è un'idea stupida, e poi Rick manderà altre persone a trovare Carl e moriranno cercando di salvarlo. Carl e Ron hanno una breve rissa che finisce con Carl che spinge Ron a terra. Alla fine, Ron lo convince a rimanere.

Non lasciare che muoia[modifica | modifica sorgente]

Carl è visto per la prima volta con Rick e Ron. Carl guarda mentre Rick insegna a Ron come tenere una pistola. Carl è poi visto camminare lungo la strada verso dove la maggior parte degli abitanti di Alexandria stanno guardando il campanile. All'insaputa di Carl, Ron lo segue attentamente con la pistola in mano e proiettili rubati nel tentativo di sparare a Carl mentre è distratto. Carl guarda con orrore quando la torre di Alexandria crolla e distrugge una parte del muro con i vaganti che si riversano all'interno.

L'inizio e la fine[modifica | modifica sorgente]

Carl appare per la prima volta quando lui, Ron, Michonne e Gabriel si imbattono in Rick e Deanna mentre fuggono dalla mandria che è entrata ad Alexandria attraverso la parte distrutta del muro della comunità. Vengono sono poi messi alle strette da un altro gruppo di vaganti dal davanti alla strada che stanno percorrendo. Jessie poi appare, spara ai vaganti e li lascia entrare a casa sua. Carl più tardi vede Ron entrare nel garage e decide di controllarlo. Poi gli parla di quello in cui sono attualmente e quando Ron dice che saranno tutti morti, Carl cerca di assicurargli che ce faranno, tuttavia, Ron chiude la porta dietro di lui e tira fuori la sua pistola, tenendolo sotto tiro. Carl riesce a strappare la pistola dalla mano di Ron e i due iniziano una breve lotta. Ron afferra una pala e quasi colpisce Carl, ma invece colpisce una delle finestre, attirando i vaganti dell'esterno. Ron inizia a strangolare Carl, mentre Carl piange cercando di respirare. È in grado di spingere Ron, appena in tempo, mentre i vaganti raggiungono la finestra su cui è stato inchiodato. Alla fine, Rick e Jessie sono in grado di aprire la porta del garage proprio mentre i vaganti entrano. Quando Rick gli chiede cos'è successo, copre Ron dicendo che hanno colpito uno degli scaffali per sbaglio e ha colpito la finestra. Poi segue Ron e lo tiene sotto tiro e gli dice di dargli la sua pistola prima di dirgli che suo padre, riferendosi a Pete, era uno stronzo. Più tardi viene visto cercare di tenere le difese improvvisate che hanno fatto intorno alla casa, proprio mentre il branco inizia a sfondare la porta d'ingresso e le finestre. Lui e gli altri si ritirano al piano di sopra dove Rick e Michonne uccidono e trasportano due vaganti e decidono di usare il loro sangue e i loro organi per mascherare il loro odore per mimetizzarsi con la mandria sottostante per fuggire. In seguito, quando lui e tutti, tranne Deanna, sono pronti ad andarsene, Rick gli porge Judith e la copre con un altro lenzuolo pieno di sangue e budella e la copre sotto il suo stesso lenzuolo. Tutti poi partono e si trovano davanti al portico di Jessie, dove lui, Rick, Michonne, Jessie, Gabriel, Ron e Sam guardano mentre le strade di Alexandria sono ora invase dal branco. Si tengono tutti per mano e si fanno strada attraverso il branco senza essere scoperti.


Nessuna via d'uscita[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto con il resto del gruppo sgattaiolare attraverso il branco di vaganti. Il gruppo si ferma presto sul lato della strada per discutere un piano alternativo. Dopo che Gabriel parte per la chiesa con Judith, Carl e gli altri membri del gruppo camminano verso il cancello della comunità al fine di fuggire e recuperare i veicoli dalla cava; il trekking dura per diverse ore fino al crepuscolo. Mentre il gruppo avanza, Sam si blocca per paura dopo aver visto un ragazzo vagante nella mandria. Nonostante i tentativi di Rick, Jessie e Ron di calmarlo, Sam inizia a piangersi, attirando l'attenzione di diversi vaganti che procedono per afferrarlo e divorarlo. Jessie, nel suo stato di grave disagio emotivo, non è in grado di lasciare andare né Carl né Sam, facendosi mordere e sbranare dopo Sam. Carl chiama Rick, spaventato, portando all'attenzione la sua inevitabile situazione. Con rimorso, Rick sfodera la sua ascia e, esitando, taglia la mano di Jessie per salvare Carl dallo stesso destino. Ron, assistendo alla morte della sua famiglia per mano di Rick, recupera la pistola di Carl e prende di mira Rick. Michonne interviene, accoltellando Ron al petto; il suo shock per il colpo fatale lo porta a premere il grilletto, sparando accidentalmente un colpo che colpisce l'occhio destro di Carl. Carl chiama debolmente suo padre prima di collassare. Rick lo prende rapidamente da terra e fa una corsa folle verso l'infermeria mentre Michonne apre un sentiero. Denise, vedendo Rick in viaggio verso l'infermeria, si prepara immediatamente per il recupero di Carl con l'aiuto di Heath, Aaron e Spencer. Carl è sdraiato su una barella, dove Denise continua a curare le sue ferite dolorose, mentre Rick e, più tardi, gli altri abitanti lavorano insieme per sfoltire l'immenso branco. La mattina dopo, Rick visita un Carl privo di sensi mentre si sta riprendendo nella sua stanza e si lamenta, ammettendo di aver sottovalutato i residenti e di aver visto ciò di cui sono veramente capaci, così come rivelare i suoi piani per ricostruire ed estendere la comunità come Deanna aveva immaginato. Piangendo, continua dicendo che desidera sperimentare questo nuovo mondo al suo fianco. Inizialmente non reattivo, Carl stringe debolmente la mano del padre.

La legge delle probabilità[modifica | modifica sorgente]

Due mesi dopo, Carl viene chiamato nella stanza da Michonne mentre Rick sta facendo i preparativi per una missione di rifornimento; sembra che si sia ripreso dalla ferita d'arma da fuoco a questo punto, mentre indossa una benda pulita sull'occhio. Dopo aver discusso della carenza di dentifricio, Michonne nota che la fasciatura di Carl ha bisogno di essere cambiata. Più tardi, durante il giorno, lui ed Enid si dirigono insieme nel bosco. Mentre lei si chiede perché escono ancora là fuori, Carl risponde "Perché siamo ragazzini, questo è quello che fanno" e lei risponde che lei non è una ragazzina. Dopo essersi fermati in un posto per leggere, notano anche Michonne e Spencer che camminano nel bosco; Enid dice a Carl che non vuole più uscire nel bosco. Mentre entrambi ritornano ad Alexandria, Carl vede e sembra riconoscere un vagante che si dirige verso di loro. Enid vuole uccidere il vagante, ma Carl non è d'accordo, fermandola. Enid mette in discussione le sue motivazioni, ma Carl risponde che lei "non capirebbe". Le dice di andarsene a casa, come aveva voluto. Carl viene presto visto correre nell'altra direzione da Michonne e Spencer, mentre sta attirando il vagante, che si rivela essere una Deanna zombie, sul loro cammino; Michonne esprime confusione prima di scorgere Deanna. La stessa sera, Carl si siede con Judith sul portico della loro casa mentre guardano le stelle. Michonne affronta Carl sul perché ha lasciato Deanna per loro, rimproverandolo per aver rischiato la sua vita. Carl discute dicendo che la persona che la uccude "dovrebbe essere qualcuno che l'amava", e afferma inoltre che avrebbe fatto lo stesso per Michonne. Capendo le sue ragioni, lei lo abbraccia.

I nodi si sciolgono[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver scoperto Jesus seduto sulle scale nella loro casa, Carl emerge da una stanza con una pistola puntata alla testa di Jesus, interrogandosi su quello che sta facendo all'interno. Lascia che Carl sappia che sta aspettando che i suoi "mamma e papà" si vestano, confondendo Carl, prima di essere tenuto sotto tiro da diversi altri membri del gruppo di Rick. Rick esce dalla camera da letto e calma tutti, assicurando loro che Jesus vuole solo parlare. Carl si accorge che Rick è nudo, e viene preso alla sprovvista. Mentre Rick e molti altri stanno preparando il camper per il viaggio verso la colonia di Hilltop, Carl e Rick discutono del nuovo rapporto di Rick con Michonne, con Rick che tenta di spiegare che la loro relazione "è appena successa". Carl gli fa sapere che approva la loro relazione e che gli piace l'idea, sollevando Rick. Quando Rick dice a Carl di preparare le sue cose per andare, Carl si offre di rimanere a tenere d'occhio la comunità mentre è via, insistendo tristemente, che "un ragazzo con una faccia incasinata" non farebbe una buona prima impressione a qualsiasi intruso. Rick sembra rattristato da questo e abbraccia suo figlio prima di andarsene.

Il cerchio[modifica | modifica sorgente]

Carl esamina una delle pistole dei Salvatori nell'armeria, che ha una mazza da baseball avvolta in filo inciso sul manico. La mette nella sua fondina.

L'ultimo giorno sulla Terra[modifica | modifica sorgente]

Carl è nell'armeria a impacchettare armi in una borsa per poter accompagnare Rick ad Hilltop. Enid implora di venire, ma Carl rifiuta. Non si tira indietro e così Carl la chiude nell'armadio. Lei chiede cosa succederà se Carl e gli altri non ritornano e come lei dovrebbe vivere con quello. "Sopravvivi in qualche modo," le dice. Carl esce dal camper quando il gruppo incontra i Salvatori che bloccano la strada. Ascolta Rick e la conversazione dei Salvatori prima di salire sul camper e ripartire. Carl è presente mentre il gruppo incontra più posti di blocco causati dai Salvatori. Quando il gruppo decide di abbandonare il camper e portare Maggie attraverso il bosco, Carl dice a Rick che possono fare qualsiasi cosa e non lascerà che quello che i Salvatori hanno fatto a Denise accada a nessun altro. Il gruppo sente fischiare da tutte le direzioni. Si rendono conto che sono circondati e corrono, ma finiscono di nuovo sulla strada racchiusa da oltre 100 Salvatori e i loro veicoli. Il Salvatore principale di prima prende le loro armi, notando che Carl ha una delle loro pistole. Lui costringe tutti a mettersi in ginocchio. Un uomo esce dal camper. Nella sua mano c'è una mazza da baseball avvolta in filo spinato. L'uomo si rivela essere Negan e spiega che il gruppo ora lavora per lui, ma avverte che deve uno di loro deve morire come punizione per aver ucciso i suoi uomini. Si inginocchia davanti a Carl, dicendogli almeno di piangere un po' mentre lui fissa Negan negli occhi. Inizia il suo gioco di Ambarabà ciccì coccò. Prima di picchiare a morte la sua vittima, Negan minaccia di tagliare l'occhio di Carl e darlo in pasto a Rick se qualcuno cerca di fermarlo.


Settima stagione[modifica | modifica sorgente]

Io ti ucciderò[modifica | modifica sorgente]

In un flashback viene rivelato che Negan aveva scelto Abraham per essere giustiziato venendo picchiato a morte. Carl guarda l'esecuzione in lacrime. È ancora più scioccato e depresso quando Negan uccide Glenn nello stesso modo con la sua mazza da baseball, Lucille, come punizione per Daryl che lo attacca poco dopo la morte di Abraham. Carl poi guarda impotente mentre suo padre viene trascinato da Negan nel camper per portarlo in un "viaggio", lasciandolo indietro con i sopravvissuti rimanenti. Quando Rick e Negan ritornano più tardi, Negan chiama Carl per mettere la cintura sul braccio sinistro e fare da laccio emostatico in modo che Rick possa amputargli il braccio. Carl obbedisce e giace a terra. Rick geme nella sua riluttanza a farlo, tuttavia Carl dice con calma a suo padre che va bene. Impaziente, Negan fa il conto alla rovescia per costringere Rick ad obbedire a meno che tutti nel suo gruppo non vengano giustiziati. Proprio mentre Rick sta per andare fino in fondo, Negan lo ferma, credendo che ora sia sottomesso. Negan poi dichiara Rick di avere il controllo del suo gruppo. Carl viene poi lasciato con gli altri sopravvissuti mentre i Saviors partono con Daryl preso in ostaggio, guardando a terra disperatamente. Conforta una Maggie singhiozzante abbracciandola e poi aiutando i sopravvissuti rimanenti portando via il corpo di Glenn.

Al tuo servizio[modifica | modifica sorgente]

Carl punta una pistola contro un Salvatore di nome David che stava per prendere tutte le loro scorte mediche. Rick e Negan arrivano a casa e Carl minaccia Negan, ma il leader dei Saviors non vede Carl come una minaccia ed è divertito dal suo spettacolo di opposizione. Negan minaccia Carl, che dimostrerà di nuovo un punto se Carl spara a David. Carl capisce e abbassa la pistola. Carl guarda David arrabbiato mentre prende in giro Enid per i palloncini, che Glenn e lei avevano usato per ottenere l'attenzione di Maggie, e guarda Rick dopo che David ritorna ad Enid i suoi palloncini.

Codardi[modifica | modifica sorgente]

Carl sta giocando a freccette mentre discute con Rick sul fatto che lui stia andando via troppo a lungo con Aaron prima che i Salvatori tornino a prendere le loro scorte e poi litiga con Michonne sul fatto che lei non vada con Rick e Aaron a cercare provviste. Dopo che Michonne, Rick e Aaron partono per la missione di rifornimenti, vede Enid che cammina verso le mura e va a vedere perché. Enid ammette che sta andando ad Hiltop a trovare Maggie e poi scavalca il muro. Mentre Enid sta lasciando Alexandria viene attaccata da un vagante, finché Carl non appare e colpisce il vagante con una macchina. Enid gli chiede cosa sta facendo e lui risponde "Mi piace guidare". Carl e Enid stanno andando ad Hiltop e Carl dice che voleva vedere Glenn e Abraham morire per poterlo ricordare come un movente per uccidere Negan. Carl e Enid continuano il loro viaggio verso Hilltop e Carl trova dei pattini e Enid e Carl continuano il loro viaggio verso la Hilltop con i loro pattini e mentre si tengono le mani. Carl e Enid sono proprio fuori dalla Hilltop e Enid dice che Carl ha mentito su di lui mentre andava a prenderla. Carl dice a Enid di venire con lui al Santuario per uccidere Negan, ma lei rifiuta e gli chiede come scapparà e lui risponde dicendo "Non avrebbe importanza." Enid dice che per lei avrebbe importanza e Carl dopo la bacia sulle labbra. Enid offre a Carl di venire con lei ad Hilltop, ma lui rifiuta e Enid entra. Più tardi, Jesus salta sul retro del camion dei Salvatori e beve lo scotch che Simon rubò a Gregory. Carl è felice di vederlo e gli dice "ciao".

Tu sei il mio sole[modifica | modifica sorgente]

Carl e Jesus emergono dai loro nascondigli nella parte posteriore del camion di carico. Jesus propone che saltino fuori e seguano a piedi. Carl è titubante e chiede a Jesus di mostrargli come. Una volta che Jesus salta fuori, Carl lo saluta e continua. Prende una mitragliatrice mentre il camion rallenta fino a fermarsi. Mentre un Salvatore inizia a scaricare i rifornimenti, vede Carl che gli spara immediatamente. Emerge e dice ai Salvatori che vuole Negan, che appare e gli dice che sembra adorabile. Carl spara un altro Savior prima che Dwight lo placchi a terra. Negan dice a Dwight di tirarsi indietro e si offre di mostrare a Carl in giro per il complesso. Nonostante il suo rifiuto iniziale, Carl permette a Negan di aiutarlo e lo segue all'interno del Santuario. Negan porta Carl in una stanza ben arredata e lo presenta al suo "harem." Notando che Carl è impressionato, gli dice che può guardare le donne quanto gli piace. Negan porta Carl nel suo appartamento; ordina a Carl di sedersi di fronte a lui e di togliergli il cappello e la benda agli occhi. Dopo aver visto l'orbita sfregiata di Carl, Negan fa diversi commenti sgradevoli su quanto sia disgustoso. Umiliato, Carl inizia a piangere. Negan si scusa per aver ferito i suoi sentimenti. Poi ordina a Carl di cantargli una canzone. Carl inizia a cantare con riluttanza "You Are My Sunshine". Negan chiede se la madre di Carl era solita cantare a lui, e indovina correttamente che è morta. Carl spiega che lui le ha sparato per impedirle di trasformarsi. Poi vanno alla fabbrica. Negan ordina a Carl di tenere Lucille mentre i Salvatori si riuniscono intorno ad una fornace sul pavimento della fabbrica. Carl guarda mentre Negan brucia un volto dei Salvatori con un ferro caldo come punizione per aver dormito con una delle mogli di Negan, e lui e Daryl si scambiano sguardi. Negan, dopo, suggerisce di fare un giro in macchina. Carl e Negan si preparano a partire con il camion. Mentre escono, Daryl avverte Negan di non fare del male a Carl. Negan dice a Dwight di rimettere Daryl nella sua cella e se ne va. Carl e Negan arrivano ad Alexandria e Olivia li lascia entrare. Carl le assicura che Enid è al sicuro. Guarda mentre Negan fa un giro della casa di Rick. Carl cerca di tenerlo lontano dalla camera di Judith, ma Negan apre la porta e scopre la sua stanza. Guarda con ansia mentre solleva Judith dalla sua culla. Carl e Negan siedono sul portico anteriore e Negan mette Judith in grembo. Pensa di uccidere Rick e Carl, magari sistemarsi in periferia.

I cuori battono ancora[modifica | modifica sorgente]

In cucina, Carl arrotola la pasta mentre Negan cucina gli spaghetti. Prepara la tavola, e Negan gli dice di mettere un posto per Rick. Insieme a Olivia e Judith, aspettano il ritorno di Rick. Negan alla fine si stanca e chiede a Carl di passargli i panini. Più tardi, Carl guarda con Olivia dal portico mentre Negan e Spencer giocano a biliardo in strada. Guarda in stato di shock mentre Negan sventra Spencer, ed è inorridito quando Arat si gira e spara a Olivia, uccidendola. Carl, con una nuova benda per coprire l'occhio, accompagna il gruppo alla Hilltop, dove si riuniscono con gli altri. Lui e Enid si sorridono a vicenda. Insieme, avanzano tutti verso la villa.

Ci vuole coraggio[modifica | modifica sorgente]

Carl è presente quando Rick cerca di convincere Gregory a combattere contro i Salvatori. Dopo aver lasciato il suo ufficio, Enid conduce il gruppo al cortile dove alcuni dei residenti di Hilltop offrono di unirsi alla lotta contro i Salvatori. Carl le sorride orgogliosamente. Gesù poi dice al gruppo che è ora che incontrino re Ezekiel. Carl accompagna il gruppo nel Regno, dove consegna la pistola a Richard. Si riuniscono con Morgan e incontrano Ezekiel. Partono la mattina dopo quando Ezekiel si rifiuta di combattere. Sulla via del ritorno ad Alexandria, incontrano un blocco di auto sull'autostrada allestita dai Salvatori. Carl ricorda che i Salvatori parlano di una trappola per un grosso branco di vaganti. Aiuta a smantellare gli esplosivi così possono portare con sé dinamite e lanciarazzi. Carl lavora con Tara e Rosita per bloccare la rampa e sono presto circondati dal branco. Una volta raggiunti da Rick e Michonne, tornano ad Alexandria.

Accetta l'offerta[modifica | modifica sorgente]

Carl si sta preparando ad unirsi agli altri nel loro viaggio verso Oceanside. Enid chiede se pensa mai alle persone che ha ucciso; Carl dice di sì. Carl tiene in ostaggio i residenti di Oceanside mentre Rick spiega che non vuole fare del male a nessuno. Carl aiuta il gruppo a sconfiggere il branco in arrivo di walkers. Mentre Carl e Enid raccolgono le armi, dice ad Enid che pensa anche alle persone che non ha ucciso.

Il primo giorno del resto della tua vita[modifica | modifica sorgente]

Carl viene mostrato per la prima volta quando uno Scavarifiuto avvisa tutti ad Alexandria dell'arrivo dei Salvatori. Rick assume la sua posizione al cancello anteriore, con Jadis accovacciata ai piedi, nascosta alla vista. Arriva la carovana di Negan. Eugene esce e cerca di convincere Rick ad arrendersi. Rick esita, colpito dal tradimento di Eugene, e chiede dove sia Negan. "Io sono Negan," risponde Eugene. Rick poi dà a Rosita il segnale per far detonare gli esplosivi. Rosita spinge il detonatore, ma non c'è esplosione. Prima che Rick possa prendere la sua pistola, Jadis salta su e punta la sua pistola contro Rick. Contemporaneamente, i Scavarifiuti rivoltano le armi contro gli abitanti di Alexandria, tra cui Carl. Negan emerge da un camion e schernisce Rick mentre i suoi Salvatori aprono il camion che contiene gli esplosivi. Brion apre i cancelli per i Salvatori. Osservando la situazione, Michonne cerca di lasciare il suo posto sul balcone per aiutare Rick, ma Farron la ferma, tenendola sotto tiro. Negan gli dice che sapeva del suo piano per sfidarlo e attaccarlo, in quanto Jadis era il "piccolo uccellino" che ha rivelato i suoi piani e si offre di lasciarla vivere se Rick consegna tutte le loro armi, e Daryl. Anche allora, Negan giustizierà ancora un Alexandrian di sua scelta. Se rifiuta, Negan li ucciderà tutti. Rick insiste nel voler vedere Sasha. Negan colpisce Lucille contro la bara, bussando. Negan apre la porta della bara. Tuttavia, quando una Sasha rianimata attacca Negan, Carl guida l'attacco contro i Scavarifiuti e i Salvatori durante la distrazione. Eric e Aaron seguono l'esempio di Carl e aiutano contro l'attacco. Quelli sulle postazioni di guardia aprono il fuoco sui Salvatori fuori. Michonne combatte Farron sul balcone. Nel caos, Rosita viene colpita, e poco dopo viene scortata via da Tara. Rick cerca di unirsi al combattimento, ma Jadis lo tiene sotto tiro. Nelle strade sottostanti, i Salvatori e i Scavarifiuti hanno preso il controllo della situazione; alcuni abitanti di Alexandria sono stati uccisi e gli altri sono in custodia. Carl è circondato da una dozzina di Salvatori. Jadis conduce Rick a Negan e gli ordina di inginocchiarsi accanto a Carl. Ricorda a Negan il loro accordo - dodici persone in cambio dell'aiuto dei Scavarifiuti nell'attacco. Negan la contratta rapidamente fino a 10. Guardano con orrore mentre un corpo precipita a terra dal balcone di Michonne. Negan giura di uccidere Carl e tagliare le mani di Rick come punizione per la collusione di Rick. Rick ribadisce furiosamente la sua promessa di uccidere Negan, indipendentemente dalle minacce che fa. Mentre Negan si prepara a colpire Carl con Lucille, Shiva salta su e comincia a sbranare uno Scavarifiuto vicino. Negan e i Salvatori si disperdono mentre il Regno arriva. Rick raggiunge una pistola mentre un vicino Salvatore viene ucciso da Maggie, che è arrivata con i combattenti di Hilltop. Rick e Carl si uniscono alla lotta. Negan e i suoi uomini partono sotto una pioggia di proiettili e fa ai suoi attaccanti il dito medio prima di fuggire. Jadis e i Scavarifiuti si ritirano. Dopo la fine del combattimento, Rick e Carl si precipitano dove Michonne è stata vista l'ultima volta, e trovano il cadavere di Farron a terra. Scoprono Michonne all'interno, appena cosciente. Rick la abbraccia dolcemente.


Ottava stagione[modifica | modifica sorgente]

Possa la mia misericordia prevalere sulla mia ira[modifica | modifica sorgente]

Sul lato della strada, Carl parcheggia un furgone. Sta camminando in una stazione di servizio, trasportando un bidone di benzina, indossando il cappello dello sceriffo. Cerca un distributore di benzina per il carburante. Improvvisamente, sente una voce. Si imbatte in uno sconosciuto nervoso che chiede aiuto. Dice anche: "Possa la mia misericordia prevalere sulla mia ira", aggiungendo che sta citando il Corano. Carl alza la pistola, ma l'uomo insiste che vuole solo cibo. Mentre Carl sta considerando la sua richiesta, Rick appare e spara sopra la sua testa e lo fa scappare. Avrebbe dovuto incontrare Carl all'incrocio. Carl è frustrato per la sparatoria di suo padre, ma Rick insiste nel dire che potrebbe essere un Salvatore e lo ha mancato intenzionalmente. Se non è un Salvatore, Rick spera che sopravviva, ma Carl dice a Rick che la speranza non sarà sufficiente nella loro lotta contro i Salvatori. Carl è visto rimanere ad Alexandria con Michonne mentre Rick parte con una carovana di veicoli che sono stati adattati per la battaglia. Mentre guardano la processione dei veicoli, Michonne dice a Carl che questo è il suo spettacolo; la sicurezza di Alexandria è nelle sue mani e dice che lo sta seguendo. Più tardi, Carl torna alla stazione di servizio e lascia due barattoli di cibo con una nota, "Scusa." L'uomo misterioso guarda dai cespugli.

Il re, la vedova e Rick[modifica | modifica sorgente]

Carl viene visto con Michonne ad Alexandria a leggere i rapporti sul Regno e gli avamposti di Hilltop quando Tara e i combattenti di Alessandria ritornano a casa. Carl torna nel bosco, alla ricerca dell'uomo che ha incontrato al distributore di benzina. Trova lo sconosciuto misterioso e gli dà cibo e acqua. Dopo essersi presentato, scopre che il nome dell'uomo è Siddiq. Carl racconta a Siddiq della sua comunità e gli fa tre domande su Rick. Siddiq spiega che ha ucciso 237 vaganti per onorare sua madre, perché lei credeva che uccidendoli avrebbe liberato le loro anime. Carl lo invita ad Alexandria. Sulla strada per Alexandria, Carl e Siddiq si imbattono in un piccolo gruppo di vaganti che si nutre di un alce morto. Carl suggerisce di uccidere i vaganti per onorare la madre di Siddiq. Dopo una leggera lotta, uccidono tutti i vaganti e continuano verso Alexandria.

È così che deve essere[modifica | modifica sorgente]

In un flashback, Rick e Carl discutono di Siddiq e della guerra con i Salvatori. Carl ribadisce che la speranza, sia per la sopravvivenza di Siddiq, sia per il nuovo mondo dopo la guerra, non è sufficiente da sola. Implora suo padre di concentrarsi su ciò che può essere dopo, non sull'uccidere il maggior numero possibile di Salvatori, ma sul lavorare insieme per una vita migliore. Ad Alexandria, mentre gli altri si preparano per l'assalto finale al Santuario, Carl siede da solo in una stanza in contemplazione. Scrive una lettera a Rick e dopo aver setacciato un mucchio di documenti, trova il biglietto di Enid 'Sopravvivi in qualche modo'. Più tardi, Michonne trova Carl che porta i rifornimenti ad un'entrata delle fogne sotto la copertura del buio. Carl le dice che gli oggetti sono destinati a Siddiq. La conversazione del duo è interrotta da Negan che, dopo che le vedette sono state silenziosamente tolte, sbatte Lucille contro i cancelli del posto sicuro e offre loro un accordo su un altoparlante: o la gente di Alexandria può mettersi in fila davanti alle loro case, decidere chi sarà l'offerta per Lucille, far uccidere Rick davanti a tutti e poi tutti potranno andare avanti con le loro vite, o i Saviors bombarderanno la zona sicura con i lanciagranate. Negan dà ai sopravvissuti tre minuti per decidere. Carl formula rapidamente una via di fuga da Alexandria. Michonne si rifiuta di lasciare le loro case ai Salvatori, ma Carl insiste che seguano il suo piano. Quando sono passati tre minuti, Negan e più di due dozzine di Salvatori si preparano a bruciare Alexandria, ma Negan viene interrotto da Carl che cerca di disinnescare la situazione. Dice che ci sono bambini e sua sorella che si rifugiano in città; tuttavia, Negan afferma che hanno anche loro giovani al Santuario, così come un bambino in un avamposto il cui Negan si sta chiedendo il destino. Carl offre la sua vita come punizione nella speranza che impedirebbe ai Salvatori di attaccare. Negan è stordito e chiede a Carl se vuole morire, e lui risponde di no, ma lo farà, ed è disposto a rinunciare alla sua vita se questo significa che meno sangue sarà versato. Mentre Negan e Carl stanno avendo la loro conversazione emotiva, Daryl guida un convoglio di camion, agendo come un diversivo, rompendo i muri sul retro della zona sicura e attraverso un blocco stradale di veicoli allestiti da Dwight, Laura e altri Salvatori che successivamente inseguono il convoglio. Carl prende la distrazione a suo vantaggio e scappa, con Negan che maledice il ragazzo e ordina ai suoi uomini di iniziare il bombardamento. Mentre gli edifici esplodono intorno a lui, Carl copre la sua fuga con una scia di bombe fumogene, e guarda mentre la chiesa di Gabriel è lacerata da un'esplosione. Mentre i Salvatori continuano il loro bombardamento, Carl e altri abitanti di Alexandria rilasciano granate fumogene per le strade buie per fornire copertura mentre fuggono. Carl si prende un momento per riprendere fiato accanto ad una delle residenze, ma sente una finestra rompersi, e fugge appena in tempo mentre l'edificio e gli altri nelle vicinanze esplodono. Le truppe di Negan si fanno strada attraverso i cancelli di Alexandria. Ordina ai Salvatori di catturare Carl vivo, distruggere ogni altra casa, e mandare Rick da lui quando arriva. Carl sfugge alla cattura e scende nelle fogne. Carl viene poi visto insieme a tutti coloro che si sono rifugiati nelle fogne quando Rick e Michonne si uniscono a loro. Trovano Carl, sdraiato sul pavimento freddo e duro, e sembra sudato e stanco. Carl alza la maglietta, mostrando a Rick un inconfondibile morso sull'addome, spiegando che è successo mentre aiutava Siddiq. Rick e Michonne guardano nell'orrore.

Onore[modifica | modifica sorgente]

In un flashback, Carl e Siddiq combattono i vaganti nel bosco. Carl viene preso alla sprovvista e viene morso nell'addome. Siddiq chiede se sta bene. Carl dice "Sì" e se ne va. Carl conduce Siddiq nel buco fuori Alexandria e spiega che deve parlare con Rick prima di portare Siddiq nella loro comunità. Nel suo bagno, Carl si toglie la maglietta e il cappello, rivelando il segno del morso. Si emoziona guardandosi allo specchio prima di coprirlo, rimettersi il cappello e tornare fuori. In cima al cancello, Tobin dà a Carl una nota da Michonne e spiega che è andata al Santuario. Più tardi, Carl si siede in casa e scrive note a Michonne, Rick, Enid e altri ancora. Esplora le fogne con Siddiq. Accende le candele e allestisce una culla. Si siede sul portico con Judith e fa impronte di mani sul portico con vernice. Fanno una foto insieme su una Polaroid. Passa lattine di cibo e caramelle a Siddiq nelle fogne. Siddiq restituisce la caramella e Carl si gode qualche boccone con lui. In seguito pianta nella fattoria di Alexandria. Carl si toglie il cappello e prende un po' di sole. Nel presente, Carl mostra la sua ferita da morso a Rick e gli dà la pila di lettere che ha scritto al gruppo. Carl sta diventando più debole. Rick si siede al suo fianco incredulo con Michonne, quando gli viene chiesto come è stato morso, spiega che il suo morso non era colpa dei Salvatori e che è successo mentre stava aiutando Siddiq. Comprensibilmente, Rick è in fase di negazione quando Carl dice "Sono stato morso". Siddiq dà a Carl medicine e spiega che era un medico. Carl dice di averlo riportato indietro solo perché "aveva bisogno di noi", piuttosto che perché era un medico. Un'esplosione fa cadere la polvere su Carl e lui inizia a tossire. Rick lo protegge e gli dà l'acqua. Carl parla con Michonne. Le chiede perché se n'è andata quando avrebbe dovuto riposare, ma dice che ora sta benissimo. L'implora di fermare la guerra. "Non dovrebbe essere così", ha detto. "So che può essere meglio." Michonne guarda Rick e annuisce. Più tardi, Dwight dice a Rick che i Salvatori se ne sono andati. Rick non vuole fare il viaggio perché Carl non ce la farà. Insiste che deve stare con lui. Michonne starà con lui, allora. "Vuoi prendere Judith?" Rick chiede Michonne. "Ha bisogno di essere lì". Daryl prende Judith in modo che Michonne possa stare con Rick e Carl. Carl vuole dire addio a Judith. Hanno un momento emotivo insieme. Carl le sorride. "Fai la brava, ok? Per Michonne. Per papà." Le dice di ascoltare Rick ma non sempre. "A volte i bambini devono mostrare ai loro genitori la strada." Le passa il cappello. "Questo era di papà prima che fosse mio", dice. "Ora è tuo". Carl dice a Judith le ultime parole di Lori a lui che avrebbe battuto il mondo, e anche se non l'ha fatto, dice a Judith che lo farà. Judith inizia a piangere mentre Rick la consegna a Daryl. "Queste persone, le hai salvate tutte", dice Daryl a Carl. "È tutto merito tuo, amico." Si allontana e Tara segue. Siddiq poi si inginocchia e ringrazia Carl per averlo aiutato ad onorare sua madre e per averlo portato ad Alexandria. Promette di onorare Carl mostrando alla sua gente che quello che ha fatto non è stato inutile. Carl si congratula con lui per essere bloccato con il gruppo prima che esca. Carl prende il suo ultimo sorso d'acqua. Michonne lo accarezza con un panno per asciugare il sudore. Carl dice a Michonne di essere forte per Rick, Judith e se stessa. "Lo sarò" dice Michonne. Rick chiede l'aiuto di Michonne per portare Carl fuori dalla fogna. Alexandria brucia mentre Rick e Michonne lo portano attraverso un campo. Carl è sempre più debole. Rick insiste Carl ce la farà fino a casa loro. Michonne suggerisce di portarlo in un altro edificio. Rick e Michonne portano Carl in chiesa. Carl esprime rimorso per aver ucciso un ragazzo quando vivevano in prigione. Rick cerca di assolvere Carl dalla sua colpa per la morte del ragazzo. Carl sottolinea quanto sia stato facile uccidere un altro essere umano. Carl spiega che la decisione di Rick di smettere di combattere e accogliere i sopravvissuti di Woodbury nella prigione è stata determinante nel plasmarlo. "Può essere di nuovo così'. racconta a Rick. Rick ricorda a Carl che non può essere chi era e che la guerra contro i Salvatori è diversa dalla loro situazione in prigione, ma Carl è deciso a non uccidere tutti i Salvatori e gli dice che "ci deve essere qualcosa dopo." Carl descrive la sua visione di un futuro pacifico in cui il vecchio Rick dalla barba bianca risiede con Judith in una fiorente Alexandria. Rick gli dice che tutto quello che ha fatto dopo Atlanta, era per lui e nulla cambierà questo. Rick promette di avverare la visione di Carl. Carl prende la sua pistola e insiste a spararsi prima di morire. Dice a Rick e Michonne che li ama. Rick e Michonne aspettano disperatamente fuori dalla chiesa, dove sentono uno sparo solitario. Rick e Michonne seppelliscono il corpo di Carl nel cimitero di Alexandria.

Il valore[modifica | modifica sorgente]

La voce di Carl si sente nella testa di Rick mentre rilegge la lettera di Carl a lui, in cui ricorda tempi più felici e sollecita Rick a fare pace con Negan e trovare un modo per coesistere. Michonne contatta Negan tramite walkie e legge la lettera che Carl gli ha scritto. Carl esorta Negan a smettere di combattere e trovare una via pacifica per andare avanti con Rick. Negan rifiuta e schiaccia il walkie con il piede.

Ira[modifica | modifica sorgente]

Prima della battaglia finale contro i Salvatori, Rick ha un flashback di un giorno prima dell'apocalisse a cui Carl allude nella sua ultima lettera a lui, dove lui e un Carl di 3 anni si tengono per mano camminando lungo una strada di campagna. Dopo che Rick taglia la gola di Negan con un frammento di vetro, ricorda ancora una volta quel giorno prima dell'apocalisse con Carl. Questo fa cambiare idea a Rick e per far vivere Negan all'ultimo minuto, onorando gli ultimi desideri di suo figlio. Nel presente, scrive una lettera a Carl, ringraziandolo per avergli ricordato chi è, e attribuisce il nuovo mondo in suo onore.


Decima stagione[modifica | modifica sorgente]

Cosa siamo diventati[modifica | modifica sorgente]

Carl appare nell'allucinazione di Michonne durante la formazione in cui Michonne sceglie chi uccidere con Lucille. Più tardi, lui e Rick appaiono in un flashback di quando Michonne arrivò ai cancelli della prigione. Ricorda come Carl ha convinto Rick ad aiutarla, il che la fa decidere di aiutare Aiden e Bailey a tornare nel loro gruppo.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Ucciso da
  • Zombie (Causato)
  • Siddiq (Indirettamente causato)
  • Se stesso (Indirettamente causato; Suicidio)

Mentre portava Siddiq ad Alexandria, Carl viene morso all'addome da un vagante.

Alla fine, mentre si avvicina alla morte, Carl sceglie di suicidarsi piuttosto che costringere Rick o Michonne ad ucciderlo prima della rianimazione. Dopo, mentre Rick e Michonne sono fuori dalla chiesa, Carl si spara alla testa.

Persone uccise[modifica | modifica sorgente]

Apparizioni[modifica | modifica sorgente]

Prima stagione
Episodi Stato apparizioni
I giorni andatiApparso
Una via d'uscitaApparso
Bentornato papàApparso
VatosApparso
EsperimentiApparso
TS-19Apparso
Seconda Stagione
Episodi Stato apparizioni
La strada da percorrereApparso
Sangue del mio sangueApparso
SopravvivereApparso
La rosa CherokeeApparso
RitrovamentiApparso
SegretiApparso
Muore la speranzaApparso
NebraskaApparso
Grilletto facileApparso
ScelteAssente
La sentenzaApparso
Il giustiziereApparso
La linea del fuocoApparso
Terza stagione
Episodi Stato apparizioni
Casa dolce casaApparso
Il risveglioApparso
Benvenuti a WoodburyAssente
Dentro e fuoriApparso
Basta una parolaApparso
La predaApparso
InfiltratiApparso
Fatti per soffrireApparso
FratelloApparso
Bentornato a casaApparso
GiudaApparso
RipulireApparso
Apri gli occhiApparso
VendettaAssente
L'ingannoApparso
Nelle tombeApparso
Quarta stagione
Episodi Stato apparizioni
Calma apparenteApparso
InfettoApparso
IsolamentoApparso
IndifferenzaAssente
L'infernoApparso
L'escaAssente
Peso mortoApparso
Indietro non si tornaApparso
SmarritiApparso
DetenutiAssente
Salvare il mondoApparso
Non tutto è perdutoAssente
SoloAssente
Il boscoAssente
NoiApparso
AApparso
Quinta stagione
Episodi Stato apparizioni
Preda e cacciatoreApparso
SconosciutiApparso
Un tetto e quattro muraApparso
Il prezzo della salvezzaAssente
SabotaggioAssente
ConsumatiAssente
Lo scambioApparso
ConclusioneApparso
Non è finitaApparso
LoroApparso
La distanzaApparso
BenvenutiApparso
DimenticareApparso
TrascorrereAssente
ProvareApparso
ConquistareApparso
Sesta stagione
Episodi Stato apparizioni
Come la prima voltaFlashback
L'attacco dei lupiApparso
GrazieAssente
Qui non è quiAssente
AdessoApparso
Al sicuroAssente
Non lasciare che muoiaApparso
L'inizio e la fineApparso
Nessuna via d'uscitaApparso
La legge delle probabilitàApparso
I nodi si sciolgonoApparso
Non è ancora domaniAssente
Nella stessa barcaAssente
Il secondo livelloAssente
Il cerchioApparso
L'ultimo giorno sulla TerraApparso
Settima stagione
Episodi Stato apparizioni
Io ti uccideròApparso
Il RegnoAssente
La cellaAssente
Al tuo servizioApparso
CodardiApparso
GiuraAssente
Tu sei il mio soleApparso
I cuori battono ancoraApparso
Ci vuole coraggioApparso
UnitiAssente
Fidati, non fidartiAssente
È giunto il momentoAssente
Seppellitemi quiAssente
Dall'altro latoAssente
Accetta l'offertaApparso
Il primo giorno del resto della tua vitaApparso
Ottava stagione
Episodi Stato apparizioni
Possa la mia misericordia prevalere sulla mia iraApparso
Eppure sorridoAssente
Il mostro che è in noiAssente
Uno qualunqueAssente
I peccati di NeganAssente
Il re, la vedova e RickApparso
La cosa giustaAssente
È così che deve essereApparso
OnoreApparso
Hai già persoAssente
Morti o vivi o...Assente
La chiaveAssente
Fuori stradaAssente
La parola di un uomoAssente
Il valoreSolo voce
IraFlashback
Decima stagione
Episodi Stato apparizioni
I confini che superiamoAssente
Noi siamo la fine del mondoAssente
FantasmiAssente
AscoltaAssente
Come è sempreAssente
LegamiAssente
Fai la tua parteAssente
Il mondo precedenteAssente
La grottaAssente
StalkerAssente
La stella del mattinoAssente
Cammina con noiAssente
Cosa siamo diventatiAllucinazione
Guarda i fioriAssente
La torreAssente
Una morte certaAssente

Note e curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Carl teneva la più lunga durata di vita di un qualsiasi ragazzino nella serie prima della sua morte nell'episodio "Onore".
  • Carl condivide il suo nome con il padre di Robert Kirkman.
    • Carl è il personaggio preferito di Robert Kirkman nella serie televisiva.
  • Rick e Carl condividono lo stesso gruppo sanguigno, A+.
  • Glen Mazzara ha dichiarato di aver considerato di uccidere Carl invece di Adel durante l'attacco del Governatore in "Bentornato a casa".
  • Le prime due volte in cui Carl è stato colpito con un proiettile sono state per un incidente.
    • Chiunque ha sparato a Carl è morto a causa di vaganti. Otis, Ron Anderson e se stesso.
  • Il primo bacio conosciuto di Carl è stato con Enid.
  • Sia nei fumetti che nella serie televisiva, Carl è il primo minore a guidare un veicolo.
  • Carl non è mai apparso nel quattordicesimo episodio di una stagione.
  • Carl è il terzo personaggio principale a suicidarsi, con Andrea che è la prima e Sasha Williams che è la seconda.
    • È il secondo personaggio principale a suicidarsi per prevenire la rianimazione dopo essere stato morso. Andrea è stata la prima a farlo.
    • È il primo personaggio principale maschile a suicidarsi.
  • Dopo la morte di Carl, Rick, Carol e Daryl sono gli unici sopravvissuti del campo di Atlanta che sono ancora vivi. Questo rende loro e Morgan Jones gli unici personaggi rimanenti introdotti nella prima stagione che sono ancora vivi nella serie.
  • Carl è attualmente il sesto personaggio con più apparizioni nella serie televisiva, essendo apparso in 79 episodi.
Personaggi serie televisiva
Famiglia Grimes JudithR.J.RickCarlLori
Contea di King LambertPaulaShaneLeonMr. SiggardMrs. Siggard
Famiglia Jones MorganJennyDuane
Campo di sopravvissuti di Atlanta CarolDarylMoralesGlennAndreaMerleTheodoreDaleSophiaJacquiMirandaLouisElizaAmyEdJim
Casa di cura di Atlanta MiguelFelipeJorgeGuillermoGilbert
Famiglia Jenner EdwinCandace
Famiglia Greene MaggieBethHershelPatriciaJimmyAnnetteShawnArnoldOtisJosephine
Personale militare WellesWilsonBradySeanFranklinCallaway
I Vivi NateRandallSeanTonyDave
Gruppo di Michonne MichonneMikeTerryAndre
La Prigione AxelOscarAndrewTomasBig Tiny
Woodbury JeanetteMrs. RichardsMs. McLeodPhilipCaesarShumpertMr. JacobsonKarenMr. RichardsOwenErynGregMiltonDottoressa StevensRowanEileenFosterBettyNoahPaulJodyRichardHaleyPennyWarrenMichaelGargulioCrowleyTimEmily
Gruppo di Tyreese SashaTyreeseAllenBenDonna
Nuovi arrivati della Prigione BobLizzieMikaLukeMollyJulioHenryNorisCalebDavidRyanCharlieChloePatrickZach
Famiglia Chambler TaraLillyMeghanDavid
Gruppo di Martinez HowardMitchAlishaPete
Famiglia Ford AbrahamEllenA.J.Becca
Sopravvissuti Post Prigione EugeneRositaChristopher
I Pretendenti DanBillyHarleyTonyJoeLenLou
Terminus MartinGregTheresaGarethAlbertMikeMaryAlex
Chiesa di San Sarah Gabriel
Grady Memorial Hospital StevenTanakaAlvaradoAmandaBelloLicariPercyMcGinleyFrancoNoahDawnO'DonnellBobJeffriesGormanJoanGavinHanson
Zona Sicura di Alexandria AaronScottKyleSocorroBarbaraHeathNoraMrs. RobinsonAlexJenWayneCherylEnidRussBobBruceTobinKent AnnaMikeyFrancineSpencerOliviaDeniseDeannaLucyRonJessieSamMayaDavidBetsyNicholasAnnieWillTommySturgessBarnesNatalieStacyMichaelJefferyRichardsHollySamanthaBobbyCharlyneO'HaraDineshDanErinAdrianParkShellyCarterPeteRegAidenEric
I Lupi OwenAphid
I Salvatori NeganAldenGracieSherryDwightAmberTanyaMarkGinaQuanPotterJoséBrookeMelJohnMarcusJonahAliceLauraBrandonFrankieD.J.RichieRegina JedNorrisArat JustinSimonDukeLanceGaryReillyJaredEvanKatyKenoDerekDeanGavinGomezPaulieDukeZiaLeoYagoJoeyGuntherRudyToddDinoHuckWadeCamNelsonMaraGordonRoyDavidEmmettIsabelleJosephChrisGeorgeNeilRomanJiroMilesPrimoPaulaMichelleMollyDonnieGabeTimmyTina
Colonia di Hilltop BertieMarcoHershelKalEduardoGageBriannaOscarEarlPennyFelixAdelineRodneyTammy RoseCasperMartinMilesHildePaulGregoryKennethStephanieCraigCrystalWesleyHarlanNeilFreddieAndyEthan
Il Regno EzekielJerryDianneNabilaEzraAliyahMariamJennyWilliamHenryDanaKevinKurtAlvaroDanielColtonRichardBenjamin
Oceanside CyndieRachelJulesBeatriceKathyNatania
I Scavarifiuti AnneTamielBrionFarronWinslow
Gruppo di Georgie HildaMidgeGeorgie
Gruppo di Magna MagnaLukeKellyYumikoConnieBernie
I Sussurratori LydiaAdam BetaAlphaRufusMaryDanteFrancesZionRasmusSeanHelen
Altri Sopravvissuti CyrusAmandaLamarFrankRoseMatias
I Banditi AlfredMargoAlekOzzy
Gruppo di Jocelyn WinnieP.J.GinaLinusMitchellJocelyn
Island Bloodsworth VirgilLucyCelesteJeremiahLisa
Carovana di sopravvissuti AidenBailey
Altri sopravvissuti JuanitaWilhelmSiddiqMiloAmeliaEastmanSamAnaMrs. BlakeClara
Animali CaneNellyShivaTabithaButtonsDukeFlameViolet
Zombie CarlaDellyJoe Sr.BillTonyNickErinDougLouiseWayneSummerHannahEddie
I personaggi vivi appaiono in verde. I personaggi morti appaiono in rosso. I personaggi con uno stato sconosciuto appaiono in blu. Personaggi nonmorti appaiono in grigio.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.